Interviste

IL CALENDARIO DI NOVEMBRE 2019

calendario-novembre2019

Scorsese, Polanski, Allen: cosa chiedere di più a questo calendario delle uscite in sala di novembre? Un mese ricchissimo, che vede anche il ritorno di Ken Loach, di Frozen, l'arrivo della Palma d'Oro Parasite e di un atteso film d'animazione italiano come La famosa invasione degli orsi. Senza dimenticare che anche gli attori possono tirare fuori doti da regista, come dimostrano i casi di Edward Norton, Casey Affleck e Marco Bocci. Di seguito, tutte le uscite del mese.
Leggi tutto...

mafia-non-e-piu-quella-di-una-volta

Palermo, 2017. È il venticinquesimo anniversario della strage di Capaci e di via D'Amelio, in cui hanno perso la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Che significato ha avuto quel sacrificio 25 anni dopo? Come viene percepito dalla città? Dopo Belluscone. Una storia siciliana (2014), Franco Maresco torna dietro alla macchina da presa e realizza un documentario sulla sua Sicilia, ambientato a Palermo, per la precisione. E non in un'occasione qualunque: è il 25' anniversario della morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, un evento che sembra sia stato dimenticato, o meglio, di cui nessuno vuol parlare. Nessuno: l'Odissea a simbolo di omertà e silenzio, assordante nella sia rappresentazione.

Ciccio Mira, che torna dopo esser stato presente anche nel film precedente, e la fotografa Letizia Battaglia sono due volti opposti di questo racconto capace di muoversi tra i registri, tra un tono serioso e il grottesco, il tutto raccontando i giorni della celebrazione di un anniversario importante nella storia, non solo siciliana, ma dell’Italia intera. In particolare lei evidenzia il controsenso nel ricordare una fine tragica con dei festeggiamenti, con musica e palloncini, ponendo interrogativi su quanto Falcone e Borsellino ci abbiano lasciato in eredità. Ma è soprattutto su Mira e sull'evento organizzato per il 19 luglio allo Zen (uno dei quartieri più complicati della città) che si concentra gran parte della narrazione, che evidenzia le contraddizioni di chi ancora oggi non sa opporsi alla mafia, non riesce a dire di no: paura? Indifferenza? Omertà? Possono essere differenti, ma sono tutte motivazioni che emergono dai dialoghi e dalle riprese (a volte anche nascoste) di un documentario efficace che prende il suo titolo dalle parole dello stesso Mira, che evidenzia come non ci si debba avvicinare alla mafia, perché “non è più quella di una volta”. Non mancano riferimenti politici, un accenno alla situazione attuale, con tanto di digressione sul presidente Sergio Mattarella, originario di Palermo, che si amalgama con il discorso più ampio affrontato dal regista.

Voto: 3/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.