Mostra di Venezia 2018

mountain

Sulla carta prometteva di essere una delle sorprese più interessanti tra i film in concorso alla 75esima Mostra del Cinema: si rivela invece una grossa delusione The Mountain, lungometraggio del cineasta indipendente americano Rick Alverson particolarmente amato dal Sundance Film Festival. Questo nonostante il cast decisamente intrigante, che vede schierati Jeff Goldblum, il lanciatissimo Tye Sheridan (già capace di passare dal cinema d'autore impegnato di Mud e The Tree of Life al blockbuster di Ready Player One e X-Men), due icone del cinema europeo come Denis Lavant e Udo Kier e la giovane Hannah Gross (vista nella serie Mindhunter).

Leggi tutto: VENEZIA 2018: THE MOUNTAIN - La recensione

ballad-coen

I fratelli Coen sono tornati e ne hanno combinata un’altra delle loro. Alla 75^ edizione della Mostra del Cinema di Venezia infatti, hanno presentato in concorso il loro ultimo lungometraggio: The Ballad of Buster Scruggs. Il film, del colosso Netflix, è un'opera alquanto stramba, ma in perfetto “stile Coen”, composto da sei episodi slegati tra loro e nato originariamente come una serie. Non nuovi al genere western, provano a riconfrontarsi dopo Il Grinta, cambiando però totalmente l’appeal.

Leggi tutto: VENEZIA 2018: LA BALLATA DI BUSTER SCRUGGS - La recensione

astarisborn

 

Jackson Maine (Bradley Cooper) è una rockstar alcolizzata e tossicodipendente sul viale del tramonto. Un giorno, piombato casualmente in un night club, rimane folgorato dalla voce della dolce Ally (Lady Gaga), cameriera disillusa che sogna di diventare una cantante. Innamorato della ragazza e del suo innato talento, Jack decide di farle da pigmalione nel mondo dello star system, cercando di preservarne la purezza e la genuinità. Ben presto, tuttavia, l’ascendente carriera della giovane inizia a mettere in ombra quella del compagno, condannandolo a un cammino di perdizione senza ritorno.

 

Leggi tutto: VENEZIA 2018: A STAR IS BORN – La recensione

Double-Vies

A cinque anni di distanza dal grandioso affresco sessantottino Qualcosa nell'aria, torna alla Mostra di Venezia Olivier Assayas, che porta al Lido la curiosa commedia Doubles vies, forte di un cast che conta alcuni dei migliori interpreti d'Oltralpe come Juliette Binoche, Guillaume Canet, Vincent Macaigne. L'esile trama lega diversi personaggi impegnati in relazioni e tradimenti reciproci (uno scrittore e la sua compagna portaborse di un politico, un editore e la moglie attrice), ma il fil rouge che anima le conversazioni di una pellicola interamente basata su dialoghi è una riflessione sulla crisi dell'editoria, sull'avanzata del mondo digitale e sulle sue relative ripercussioni sul pubblico.

Leggi tutto: VENEZIA 2018: DOUBLES VIES (NON-FICTION) - La recensione

roma

È un festival che parla spesso messicano, questa 75esima edizione della Mostra del cinema di Venezia: se a guidare la giuria che assegnerà il Leone d'Oro è Guillermo del Toro, in concorso troviamo l'altro grande nome (insieme a Iñárritu) della cinematografia del Paese centroamericano, quell'Alfonso Cuaron che torna a Lido cinque anni dopo aver aperto la Mostra nel 2013 con Gravity. Nel suo Roma, presentato al giorno 2 della kermesse e già seriamente in gara per uno dei premi principali, lo spagnolo di Città del Messico si mescola all'idioma indigeno Mixteco, in quello che è il film più personale del cineasta: non tragga in inganno il titolo (Roma è un noto quartiere della capitale messicana), dal momento che la pellicola, prodotta da Netflix, è ispirata all'infanzia dello stesso Cuaron e racconta una porzione di storia della sua famiglia, vissuta dal punto di vista della bambinaia che ha il volto della bravissima (non professionista) Yalitza Aparicio.

Leggi tutto: VENEZIA 2018: ROMA - La recensione

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI FEBBRAIO 2019

 tramonto

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di FEBBRAI2019

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.