Mostra di Venezia 2017

9347277 web1 171115-sea-teaser-film

Ebbing, Missouri: Mildred Hayes (Frances McDormand) non si rassegna al fatto che l’assassino e stupratore della figlia non sia ancora stato individuato e arrestato. La donna decide dunque di farsi giustizia da sola, affiggendo su tre enormi cartelloni pubblicitari una serie di poster che dichiarano apertamente guerra all’inefficienza della polizia e al suo capo, lo sceriffo Bill Willoughby (Woody Harrelson).

Leggi tutto: VENEZIA 2017: THREE BILLBOARDS OUTSIDE EBBING, MISSOURI di Martin McDonagh

leisure-keeper

A un anno da La pazza gioia e al culmine di una carriera che l'ha reso uno dei più importanti registi del panorama italiano, Paolo Virzì spicca finalmente il salto e sbarca negli Usa con la sua prima pellicola internazionale e in lingua inglese (seppur di produzione italo-francese), che per giunta si giova della presenza di due star straordinarie come Helen Mirren e Donald Sutherland. The Leisure Seeker, in concorso alla Mostra di Venezia 2017, prende il titolo dallo scalcinato camper Winnebago del '75 a bordo del quale i coniugi ottantenni Ella e John compiono il loro bizzarro ultimo viaggio verso la Florida e la casa di Ernest Hemingway, in una commedia dolceamara sospesa tra allegrezza e malinconia. 

Leggi tutto: VENEZIA 2017: THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì

Foxtrot

Difficile fare un film quando il tuo primo lungometraggio di finzione ha vinto il Leone d'Oro. Così, dal 2009 di Lebanon a oggi, il regista israeliano Samuel Maoz si è preso una lunga pausa (intervallata solo dal corto Manybuy e da un segmento di Venice 70: Future Reloaded) prima di tornare con Foxtrot, gioiellino di un concorso che alla 74esima Mostra di Venezia si sta confermando il migliore da alcuni anni a questa parte. Film rigorosamente ripartito in tre atti che mescola tragedia e commedia surreale, dramma borghese e war movie, la pellicola è una potente riflessione sul presente e sul passato di Israele, sulle contraddizioni di una Nazione i cui abitanti devono fare i conti con traumi irrisolti che hanno segnato tre generazioni.

Leggi tutto: VENEZIA 2017: FOXTROT di Samuel Maoz

Diva

DIVA! è il documentario tutto al femminile di Francesco Patierno, opera fuori concorso che partecipa alla quarta edizione dello Starlight International Award, premio collaterale della 74ma edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. L’opera, tratta da Quanti sono i domani passati a cura di Enrico Rotelli libro autobiografico, racconta la vita privata, pubblica e professionale di un’artista, una grande attrice del teatro e del cinema a livello mondiale, Valentina Cortese, divenuta un mito. A raccontarci la sua storia, interpretando le sue stesse parole e rivolgendosi direttamente al pubblico, si alternano alcune tra le più belle e brave attrici italiane: Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli e Greta Scarano.

Leggi tutto: VENEZIA 2017: DIVA! di Francesco Patierno

Suburbicon

Stati Uniti, fine anni '50: Suburbicon è un'"idilliaca" cittadina popolata esclusivamente da bianchi e bigotti. Il trasferimento di una famiglia di colore e la tragica morte di una donna giungono però a portare scompiglio fra gli abitanti, rivelandone la sino a quel momento celata mostruosità.

Leggi tutto: VENEZIA 2017: SUBURBICON di George Clooney

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.