Interviste

IL CALENDARIO DI MAGGIO 2017

alien-covenant
 
Eccoci con il ricchissimo calendario delle uscite in sala di maggio, che comprende film come Alien: Covenant di Ridley Scott (il nuovo capitolo della saga è il titolo più atteso del mese per la nostra redazione) e il ritorno dell'ormai iperprolifico Terrence Malick con Song to Song ma anche di Emir Kusturica, Daniele Vicari, Alan Parker e Hirokazu Kore-Eda. Di seguito, l'elenco completo.
Leggi tutto...

Un regista, tre film: il podio

 disney

Si sa, le classifiche si rivelano sempre dei giochi molto complessi da giocare per cinefili incalliti quali siamo noi. Ogni volta si incappa in mille perplessità su quale titolo mettere prima di un altro. Ci sono troppi fattori in gioco, l’obiettività, la soggettività, un attore del cuore, un’inquadratura che sovrasta tutte le altre, una colonna sonora incredibile ecc.

Però è anche fuori dubbio che sia una sfida utile per riflettere su temi e autori, utile per confrontarsi, ma soprattutto sia divertente per provare a mettersi in gioco. Ecco perché la redazione del nostro sito ha deciso di proporre a tutti i suoi collaboratori, e ovviamente anche ai suoi lettori, un appuntamento mensile che possa stimolarci e stimolarvi: ogni 30 giorni infatti potrete vedere come la redazione e ogni singolo componente che abbia partecipato alla sfida la pensi in merito alla carriera di un regista.

Un nome, 3 film: IL PODIO.

Questa volta, anziché scavare nella filmografia di un cineasta, ci concentriamo sui film prodotti da Disney dopo la recente apparizione sui nostri schermi de La bella e la bestia con Emma Watson, tra i tanti remake di classici che sta sfornando negli ultimi anni la casa di Topolino. Un'occasione per ripassare la storia della major cinematografica che da decenni ci trasporta come nessun altro in un mondo di magia e sogni.

Ecco come la pensiamo:

Leggi tutto: UNA SAGA, 3 FILM: DISNEY

oscar 1

Si sa, le classifiche si rivelano sempre dei giochi molto complessi da giocare per cinefili incalliti quali siamo noi. Ogni volta si incappa in mille perplessità su quale titolo mettere prima di un altro. Ci sono troppi fattori in gioco, l’obiettività, la soggettività, un attore del cuore, un’inquadratura che sovrasta tutte le altre, una colonna sonora incredibile ecc.

Però è anche fuori dubbio che sia una sfida utile per riflettere su temi e autori, utile per confrontarsi, ma soprattutto sia divertente per provare a mettersi in gioco. Ecco perché la redazione del nostro sito ha deciso di proporre a tutti i suoi collaboratori, e ovviamente anche ai suoi lettori, un appuntamento mensile che possa stimolarci e stimolarvi: ogni 30 giorni infatti potrete vedere come la redazione e ogni singolo componente che abbia partecipato alla sfida la pensi in merito alla carriera di un regista.

Un nome, 3 film: IL PODIO.

Meno di un mese fa al Dolby Theatre di Los Angeles i membri dell’Academy hanno assegnato il premio Oscar per il miglior film a Moonlight, ribaltando il pronostico che vedeva come favorito della serata La La Land. Tra gioie e delusioni, questa premiazione verrà certamente ricordata per la clamorosa gaffe che ha visto premiare inizialmente il musical di Damien Chazelle, concedendo solo in un secondo momento gli onori del caso al vero vincitore. Uno scivolone che ha scatenato molte polemiche nei giorni successivi all’assegnazione della statuetta, ma, come sappiamo, non sempre vincono i favoriti e ogni anno ci sono grandi titoli che non riescono a scrivere il proprio nome nella storia degli Oscar in favore di film altrettanto meritevoli. Questo mese ci concentriamo su questi ultimi, individuando tra tutti i vincitori nella storia del premio più famoso nel panorama cinematografico mondiale i nostri preferiti.

Ecco come la pensiamo:

Leggi tutto: UN OSCAR, TRE FILM: IL PODIO

zemeckis robert

Si sa, le classifiche si rivelano sempre dei giochi molto complessi da giocare per cinefili incalliti quali siamo noi. Ogni volta si incappa in mille perplessità su quale titolo mettere prima di un altro. Ci sono troppi fattori in gioco, l’obiettività, la soggettività, un attore del cuore, un’inquadratura che sovrasta tutte le altre, una colonna sonora incredibile ecc.

Però è anche fuori dubbio che sia una sfida utile per riflettere su temi e autori, utile per confrontarsi, ma soprattutto sia divertente per provare a mettersi in gioco. Ecco perché la redazione del nostro sito ha deciso di proporre a tutti i suoi collaboratori, e ovviamente anche ai suoi lettori, un appuntamento mensile che possa stimolarci e stimolarvi: ogni 30 giorni infatti potrete vedere come la redazione e ogni singolo componente che abbia partecipato alla sfida la pensi in merito alla carriera di un regista.

Un nome, 3 film: IL PODIO.

La nostra classifica del mese si concentra questa volta sul grande Robert Zemeckis. L’acclamato regista degli indimenticabili Ritorno al futuro (I-II-III) e Chi ha incastrato Roger Rabbit è da poco tornato in sala con la sua ultima opera, Allied, candidata all’Oscar per i migliori costumi e che segna il suo ritorno dopo i successi di The Walk Flight

Ecco come la pensiamo:

Leggi tutto: UN REGISTA, TRE FILM: ROBERT ZEMECKIS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.