Recensioni film in sala

nemico-che-ti-vuole-bene

La black comedy è un sottogenere poco affrontato nei territori del nostro cinema, ancora incline a ripetere con infinite variazioni gli stilemi della commedia classica. E non è forse un caso che Denis Rabaglia, regista di Un nemico che ti vuole bene (presentato in anteprima in Piazza Grande al Festival di Locarno) sia svizzero, benché di origini italiane. Il plot di uno dei film in teoria più interessanti della nuova stagione nostrana è infatti curiosamente internazionale (e tratto da un racconto di Krzysztof Zanussi): un giovane killer professionista (Antonio Folletto) viene soccorso nel corso di una notte di pioggia da un astrofisico incontrato per caso (Diego Abatantuono), che come in un film action gli cura una ferita d'arma da fuoco salvandogli la vita. Il ragazzo sparisce, ma ricompare poco dopo nella vita del professore sconvolgendola totalmente: l'intento è pagare il suo debito di riconoscenza, assassinando in cambio uno dei suoi nemici, tra rivali professionali e membri di una famiglia allargata sui generis.

Leggi tutto: UN NEMICO CHE TI VUOLE BENE di Denis Rabaglia - La recensione

operasenzautore

Ispirato alla vita del pittore tedesco Gerhard Richter, Opera senza autore (presentato in Concorso alla Mostra di Venezia 2018) ripercorre la storia della Germania a partire dalla Seconda guerra mondiale. Kurt Barnert (Tom Schilling), studente d’arte a Dresda, si innamora della dolce Ellie Seeband (Paula Beer): ma il padre di lei, il Professore Carl Seeband, condivide con Kurt un misterioso passato.

Leggi tutto: OPERA SENZA AUTORE di Florian Henckel von Donnersmarck - La recensione

uomo-uccise-don-chisciotte

Toby (Adam Driver) è un giovane regista pubblicitario che ha realizzato la rivisitazione del Don Chisciotte, girato quando era studente. Mentre sta ultimando il suo ultimo spot commerciale in Spagna, incontra un misterioso gitano in possesso della copia del suo vecchio film. Nei pensieri di Tobey, ora abituato a vivere nel glamour e nel mondo del denaro, riaffiorano ricordi e momenti passati che lo spingeranno a partire per il villaggio dove aveva girato il film tanti anni prima, in cerca di nuovi spunti e nuovi idee per i suoi lavori. La realtà è però diversa da come se l’era immaginata: il vecchio che interpretava Don Chisciotte (Jonathan Pryce) ora è un calzolaio ed è convito di essere realmente il cavaliere errante. Dopo una serie di incidenti nel villaggio, il vecchio sognatore salverà Tobey dall’arrivo della polizia, scambiandolo per il suo fedele scudiero Sancio. I due partiranno per un viaggio bizzarro sospeso tra il moderno e il rinascimentale.

Leggi tutto: L'UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE di Terry Gilliam - La recensione

bogside-story

Il Bogside è il celebre quartiere di Derry che fu teatro di alcuni dei più violenti e tristemente celebri eventi dei cosiddetti Troubles, la lunghissima stagione di scontri che insanguinò per trent'anni l'Irlanda del Nord. Alla sua opera prima, il regista Rocco Forte ha scavato in quella pagina di Storia con il documentario Bogside Storyviaggio nella memoria attraverso i racconti di persone che furono testimoni diretti di quegli eventi.

Leggi tutto: BOGSIDE STORY di Rocco Forte - La recensione

laprofeziadellarmadillo

Zero (Simone Liberati), ventisettenne del quartiere di Rebibbia, è un disegnatore spiantato che si barcamena da un capo all’altro di Roma tra lavoretti saltuari e scorribande in compagnia dell’inaffidabile Secco (Pietro Castellitto), amico di sempre. Un giorno la notizia della morte di Camille, vecchia compagna di scuola e primo amore di Zero, giunge come un fulmine a ciel sereno a sconvolgere la vita dei protagonisti.

Leggi tutto: LA PROFEZIA DELL'ARMADILLO di Emanuele Scaringi – La recensione

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI FEBBRAIO 2019

 tramonto

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di FEBBRAI2019

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.