Recensioni film in sala

creed-2

Con Creed II, in sala dal 24 gennaio, Steven Caple Jr.sostituisce alla macchina da presa il già rodato Ryan Coogler per riprendere le fila degli eventi del lontano Rocky IV (1985). Sono passati ormai trent’anni dalla sfida fra Ivan Drago (Dolph Lundgren) e Rocky Balboa (l'iconico Sylvester Stallone), una vera e propria guerra fredda tra pesi massimi, il primo colpevole di aver ucciso sul ring Apollo Creed (Carl Weathers) e il secondo impegnato a onorare la sua memoria. Ora il figlio di Apollo, Adonis (Michael B. Jordan), si è fatto le ossa sotto il duro e fruttuoso regime di allenamento impostogli da Rocky. La sua carriera e vita personale vanno a gonfie vele fino a quando il figlio di Ivan Drago, Victor (interpretato dal pugile Florian Munteanu), su spinta del padre decide di sfidarlo in un duello ad alta risonanza mediatica. 

Leggi tutto: CREED II di Steven Caple Jr. - La recensione

strada-potesse-parlare

Lui giacca in blue jeans e t-shirt gialla, lei cappottino giallo e maglietta blu. Una complementarietà che spicca. Romanticismo e critica alle ingiustizie sono gli ingredienti che rendono Se la strada potesse parlare (If Beale Street could talk), primo film del premio Oscar Barry Jenkins dopo Moonlight, e adattamento dell’omonimo romanzo di James Baldwin, un concentrato di emozioni e cliché spesso al limite della verosimiglianza.

Leggi tutto: SE LA STRADA POTESSE PARLARE di Barry Jenkins - La recensione

 glass-header

In principio fu Unbreakable, era il 2000 e da allora è rimasto in sospeso quel Mr. Glass (Samuel L. Jackson) tanto affascinante e intrigante, quanto misterioso nel convincere David Dunn (Bruce Willis) di avere superpoteri. Poi, nel 2017, ci fu Split, con molte delle 24 personalità di Kevin (James McAvoy) a mostrare un personaggio stratificato e la grandezza del suo interprete. Con Glass, M. Night Shyamalan riunisce tutti e 26 (con McAvoy impressionante, se possibile ancor migliore di quanto mostrato in Split) , e le aspettative non possono che essere altissime.

Leggi tutto: GLASS di M.Night Shyamalan - La recensione

attenti-gorilla

Con Attenti al gorilla, in sala a partire dal 10 gennaio, Luca Miniero torna dietro alla macchina da presa dopo il flop di Sono tornato (2018). Paolo (Frank Matano) è un avvocato fallito in procinto di divorziare da Manuela (Cristiana Capotondi), che decide di fare causa allo zoo della sua città perchè venga liberato un gorilla sofferente (voce di Claudio Bisio) e finisce per doverlo tenere in casa con sé.

Leggi tutto: ATTENTI AL GORILLA di Luca Miniero - La recensione

Double-Vies

Dopo il passaggio alla Mostra di Venezia, arriva in sala la curiosa commedia Il gioco delle coppie, ritorno dietro la macchiana da presa del regista francese Olivier Assayas e forte di un cast che conta alcuni dei migliori interpreti d'Oltralpe come Juliette Binoche, Guillaume Canet, Vincent Macaigne. L'esile trama lega diversi personaggi impegnati in relazioni e tradimenti reciproci (uno scrittore e la sua compagna portaborse di un politico, un editore e la moglie attrice), ma il fil rouge che anima le conversazioni di una pellicola interamente basata su dialoghi è una riflessione sulla crisi dell'editoria, sull'avanzata del mondo digitale e sulle sue relative ripercussioni sul pubblico.

Leggi tutto: IL GIOCO DELLE COPPIE di Olivier Assayas - La recensione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.