Recensioni film in sala

avengers-endgame

Dove eravamo rimasti? Lo schiocco di dita di Thanos ha dimezzato la popolazione, in una strage senza precedenti, che tra le sue vittime ha preso con sé anche diversi Avengers. E ora? I pochi rimasti devono decidere se vendicare i caduti o trovare una soluzione per riportarli indietro, in quello che si annuncia tra i film più epici dell’intero Marvel Cinematic Universe.

Leggi tutto: AVENGERS: ENDGAME (2019) - La recensione

ancora-un-giorno

L'animazione come strumento e tecnica per raccontare il reale, la violenza, la vivida esperienza della guerra. Lo fece Ari Folman con il fondamentale Valzer con Bashir e sulla stessa scia si muovono anche Raúl de la Fuente e Damian Nenow con Ancora un giorno, tratto dall'omonimo libro autobiografico di Ryszard KapuścińskiNel 1975, il giornalista polacco si trova a Luanda, in Angola, in piena decolonizzazione. Mentre i portoghesi fuggono e la città è in preda a quel caos che viene bene sintetizzato dalla parola lusitana "confusao", il Paese sprofonda nel baratro della guerra civile e Kapuściński decide di partire per le zone più calde del conflitto, alla ricerca di una grande storia. Ma dovrà decidere se fare il suo dovere di cronista e divulgare una notizia importante, o tacere per salvare migliaia di vite umane.

Leggi tutto: ANCORA UN GIORNO di Raul De La Fuente, Damian Nenow - La recensione

ragazzo-re

Le leggende hanno un sapore diverso nell’Europa del XXI secolo. Joe Cornish, per la seconda volta alla regia dopo Attack the Block – Invasione aliena (2011), riscrive a suo modo quello che è forse il più famoso tra i miti: re Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda. Nell’Inghilterra di oggi, un ragazzino di nome Alex (Louis Ashbourne Serkis, figlio dell’attore Andy, il Gollum della trilogia The Lord of the Rings) ritrova in un cantiere una spada, che scoprirà essere la celebre Excalibur. Novello re Artù affiancato dai fidi cavalieri-compagni di scuola, Alex affronterà la temibile Morgana (Rebecca Ferguson) e il suo esercito di mostri.

Leggi tutto: IL RAGAZZO CHE DIVENTERÀ RE di Joe Cornish - La recensione

Hellboy

Nel contemporaneo panorama dei cinecomic, sicuramente Hellboy è un outsider, come lo fu nel 2004 quando Guillermo del Toro decise di portare sul grande schermo le pagine di Mike Mignola. Tuttavia, il risultato ottenuto da Neil Marshall non è lo stesso, purtroppo.

Leggi tutto: HELLBOY di Neil Marshall - La recensione

captive-state

2028: la Terra è stata invasa da dieci anni da forze aliene che hanno preso il controllo del pianeta e dei governi mondiali. La maggioranza della popolazione viene sfruttata dagli stessi alieni per costruire habitat sotterranei, chiamati “Zone Chiuse” e inaccessibili agli esseri umani. Mentre parte dell'umanità si schiera a favore dei Legislatori (gli alieni che comandano leggi e regole sulla Terra) e lavora per loro, a Chicago una cellula ribelle prova ad organizzarsi per colpire gli invasori e dare inizio a una guerra tra alieni e umanità.

Leggi tutto: CAPTIVE STATE di Rupert Wyatt - La recensione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.