Interviste

IL CALENDARIO DI OTTOBRE 2019

ottobre-2019
 
 
Ricchissimo il calendario di ottobre delle uscite cinematografiche, a partire dall'attesissimo Joker, recente Leone d'Oro a Venezia. Questo mese escono però anche Le verità di Hirokazu Kore-Eda, lo spin off de Il grande LebowskiThe Jesus Rolls - Quintana è tornato di John Turturro, il nuovo Terminator, e interessanti opere italiane come il nuovo thriller di Donato Carrisi (con Toni Servillo e Dustin Hoffman) e l'ultima pellicola di Salvatores.
Leggi tutto...

johnwick3

A Hollywood si sa, il sequel dev’essere sempre più imponente e rumoroso del film precedente. John Wick non è da meno e con questo nuovo capitolo adotta uno stile e una narrazione più fumettosa e sopra le righe tanto quanto il nostro protagonista, di fronte a situazioni e combattimenti sempre più pericolosi, diventa inevitabilmente super. A prova di ciò il viaggio dell’eroe qui mostrato ricorda molto quello di Bruce Wayne ne “Il cavaliere oscuro – Il ritorno” di Christopher Nolan (2012).

Questo per dire che viene richiesto allo spettatore che la sua sospensione dell’incredulità diventi più elastica. Ci troviamo di fronte a risse magnificamente coreografate e con una incredibile costruzione scenografica e registica che sono irresistibili: il lato tecnico del film, quello su cui si punta di più, funziona indubbiamente molto bene. Così come l’universo narrativo che si sta cercando di costruire, fatto di criminali con delle regole che aderiscono a un'agenzia simil-Spectre, che in questa storia dovrà rimarcare la sua posizione viste le disubbidienze di Wick (e soci) alla fine del secondo capitolo. La pecca più grande sta però nel finale, che sottolinea ancora di più questa trasformazione di John in supereroe, ma che dopotutto non ci sconvolge più di tanto visto che le intenzioni in tal senso sono chiare. La forza del personaggio sta sicuramente in Keanu Reeves, ma anche nel resto del cast che vede tra le sue fila volti già noti della trilogia quali Ian McShane e Laurence Fishburne con Mark Dacascos che interpreta il villain principale, Halle Berry nei panni di un famme fatale molto pericolosa quanto intrigante e Jerome Flynn, Bronn di Game of Thrones, in un cameo.

È, in conclusione, un buon film d’intrattenimento, con scene d’azione coinvolgenti e spettacolari superiori sicuramente a quelle di molti action movie di serie B, a cui però bisogna accettare di stare al gioco di una narrazione e di una messa in scena sempre più grottesca. Nell’economia della saga è sicuramente superiore al secondo, ma inferiore al primo che nella sua semplicità gratificava di più. Insomma, vale due ore di svago al cinema.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.