Interviste

IL CALENDARIO DI OTTOBRE 2019

ottobre-2019
 
 
Ricchissimo il calendario di ottobre delle uscite cinematografiche, a partire dall'attesissimo Joker, recente Leone d'Oro a Venezia. Questo mese escono però anche Le verità di Hirokazu Kore-Eda, lo spin off de Il grande LebowskiThe Jesus Rolls - Quintana è tornato di John Turturro, il nuovo Terminator, e interessanti opere italiane come il nuovo thriller di Donato Carrisi (con Toni Servillo e Dustin Hoffman) e l'ultima pellicola di Salvatores.
Leggi tutto...

SistersBrothers

A tre anni dalla Palma d'Oro ottenuta con DheepanJacques Audiard ha girato  il suo primo film in lingua inglese (presentato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2018), con cui approda al genere classico per eccellenza del cinema americano. I fratelli Sisters è un western dal cast stellare, che si confronta con le radici violente e brutali della Storia statunitense ma che curiosamente non è stato girato negli Usa: il regista francese ha infatti deciso di filmare, come ai tempi degli spaghetti western, tra Almeria e Aragona, oltre che in Romania. Tratto dal romanzo Arrivano i Sister del canadese Patrick deWitt e ambientato tra l'Oregon e la California del 1851, il film racconta la storia di una coppia di banditi, i fratelli Charlie (Joaquin Phoenix) ed Eli Sisters (John C. Reilly, anche produttore), spietati sicari al soldo del Commodoro (Rutger Hauer, impegnato in un cameo). I due vengono incaricati di assassinare un cercatore d'oro (Riz Ahmed) sulle cui tracce è stato inviato un detective (Jake Gyllenhaal), ma la missione subirà conseguenze impreviste.

Coraggioso nel cimentarsi con un genere che da anni fatica a risorgere dalle proprie ceneri, Audiard si giova di quattro attori straordinari per imbastire un racconto picaresco tutto al maschile, dove la crudeltà e il sangue vanno a braccetto con una costante vena d'ironia. Il riferimento è senz'altro il western revisionista degli anni 70, anche se il cineasta de Il profeta adotta uno stile di regia molto classico, solo qua è là interrotto da sporadiche trovate postmoderne (come il racconto di Phoenix con sguardo in macchina).

Violento ma non nichilista, The Sisters Brothers è una storia di feroci assassini talmente umani e fragili da conquistare l'empatia dello spettatore, di figli rovinati da padri degeneri, di fratelli in perenne conflitto ma uniti da un amore sincero, di uomini che si scoprono amici un attimo dopo aver tentato di uccidersi a vicenda. Audiard non rivoluziona stilemi né aggiunge riletture su un'epoca mitica e al contempo bagnata di sangue, ma confeziona un prodotto di pregevole fattura, un'epica quasi farsesca dove, tra massacri e amoralità, a sorpresa c'è posto anche per un po' di pace e (forse) redenzione. 

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.