black-panther

Nascosto per secoli all'umanità come una nazione povera e situato nel continente africano, il Wakanda è un paese iper sviluppato che fonde la propria struttura tecnologica e ambientale attraverso una lega rarissima chiamata Vibranio, considerato il metallo più resistente al mondo. Alla morte del vecchio Re, suo figlio, il principe T'Challa (Chadwick Boseman) viene eletto nuovo sovrano del Wakanda, assumendo anche i ruoli e i super poteri del dio protettore del paese conosciuto come La Pantera Nera. Alla ricerca del criminale Ulysses Klaue (Andy Serkis), che anni prima aveva rubato del Vibranio al Wakanda, il principe T'Challa scoprirà presto l'esistenza di un parente perduto di nome Killmonger (Michael B. Jordan), intenzionato a impossessarsi del trono del Wakanda. Basato sull'omonimo personaggio della Marvel Comics creato da Stan Lee e Jack Kirby, Black Panther è il sesto film della Fase Tre del Marvel Cinematic Universe e diciottesimo in totale e segue il precedente Thor Ragnarok. Diretto dal regista Ryan Coogler (Fruitvale Station, Creed – nato per combattere) e scritto da Coogler assieme a Joe Robert Cole, il film vede un nutrito cast con il protagonista Chadwick Boseman affiancato dall'attrice Premio Oscar Lupita Nyong'o, Michael B. Jordan. Andy Serkis, Martin Freeman e il Premio Oscar Forest Whitaker.

Come per tutti i precedenti compagni supereroi, arriva al cinema anche il film singolo dedicato a un altro Avenger, Black Panther, già visto nel mondo narrativo Marvel in una piccola parte nel film Captain America: Civil WarCon Black Panther, Ryan Coogler realizza un'avventura d'azione in linea con gli stilemi ormai codificatissimi dei Cinecomic, con l'intento di presentare il nuovo personaggio allo spettatore e lanciarlo poi nelle successive opere firmate Marvel. Con un notevole incipit animato e con una dose di spettacolarità più che prevista, l'elemento più interessante del film pare essere un aspetto visivo curato e visivamente intrigante che mescola l'immaginario dell'affascinante natura incontaminata della suggestiva ambientazione africana a quello High/Tech e tecnologico del Wakanda, che abusa di cromature tra il rosso e il blu.

Oltre una divertente e spettacolare sequenza d'inseguimento a Hong Kong, e la caotica battaglia finale, il film risulta comunque troppo tirato nella durata (135 minuti) e con poche carte da offrire. Purtroppo nemmeno Black Panther sfugge alla modalità da pilota automatico che pare prerogativa di molti Cinecomic, dove la parabola dell'eroe e il suo percorso risultano schematici e prevedibili. Abbassando varie complicanze e asperità di racconto, si ha di fronte un film non noioso ma poco interessante, che gira attorno al convenzionale racconto d'origini e storia di riscatto sulla necessità di fare del bene. Poco da dire sull'ovvia banalità dei vari messaggi politici che passano da una metaforica ribellione Pro Black People, al monito ambientale sulle risorse del pianeta, fino all'”attuale” discorso sul bisogno di costruire ponti e non barriere.

Voto: 2/4

 

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI SETTEMBRE 2018

sullamiapelle

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di SETTEMBRE2018

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.