coverNel 2002 Richard Linklater annunciò che avrebbe iniziato a lavorare a un progetto anonimo girato nella sua città natale, Austin, in Texas. Da quel momento, ogni anno per alcune settimane, il regista americano ha radunato la stessa troupe e ha continuato a girare, proseguendo la lavorazione di un lungometraggio decisamente fuori dal comune, seguendo la crescita dei personaggi parallelamente a quella degli attori. Boyhood è la storia di Mason, dall’infanzia fino all’ingresso al college: un’esistenza segnata dal divorzio dei genitori e dalla condivisione del nido domestico con la sorella Samantha, con cui ha un rapporto conflittuale.

 

Al di là della peculiarità del progetto stesso, il film si avvale di una sceneggiatura straordinaria, che lo rende drammatico e divertente al tempo stesso, trasformando la piccola vita di Mason in una metafora della crescita e in un vero e proprio coming-of-age definitivo. Linklater offre un monumentale ritratto degli Stati Uniti del nuovo millennio, delle sue tendenze politiche e di quelle più popolari (la musica, in primis), dando vita a un lungometraggio torrenziale che rappresenta una delle visioni più suggestive e affascinanti che siano state proposte dal cinema a stelle e strisce negli ultimi anni.

Una vera e propria esperienze (esistenziale) di visione, dove non emozionarsi è praticamente impossbile. Per il regista (autore di lungometraggi come Prima dell’alba o School of Rock) un film che vale una carriera.

Ottima prova del cast, da Ethan Hawke a Patricia Arquette (genitori di Mason), fino al protagonista Ellar Coltrane, costretto a un memorabile tour de force attoriale… durato dodici anni.

 

Voto: 3,5/4

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI DICEMBRE 2018

 roma

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di DICEMBRE 2018

Leggi tutto...

I 10 MIGLIORI FILM DEL 2018

filo-nascosto-classifica

E per chiudere l'anno: ecco la top 10 dei film del 2018, secondo la redazione di i-FilmsOnline. La classifica fa riferimento ai titoli usciti nelle sale italiane dal 1 gennaio al 31 dicembre dell'anno. Dato che la classifica è collettiva (frutto delle preferenze singole di ognuno di noi), in fondo si può trovare il film migliore e la delusione/il peggiore di ogni singolo votante. In attesa di vostri commenti un caro augurio a tutti i lettori di i-FilmsOnline per uno splendido 2019... soprattutto dal punto di vista cinematografico!

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.