Interviste

IL CALENDARIO DI NOVEMBRE 2019

calendario-novembre2019

Scorsese, Polanski, Allen: cosa chiedere di più a questo calendario delle uscite in sala di novembre? Un mese ricchissimo, che vede anche il ritorno di Ken Loach, di Frozen, l'arrivo della Palma d'Oro Parasite e di un atteso film d'animazione italiano come La famosa invasione degli orsi. Senza dimenticare che anche gli attori possono tirare fuori doti da regista, come dimostrano i casi di Edward Norton, Casey Affleck e Marco Bocci. Di seguito, tutte le uscite del mese.
Leggi tutto...

Incompresa  PosterRitratto semiautobiografico, Incompresa è l’opera terza di Asia Argento e senz’altro il risultato più compiuto della sua filmografia da regista dopo le sperimentazioni interessanti ma acerbe de L’assenzio (2001) e Ingannevole è il cuore più di ogni cosa (2004).

Protagonista di Incompresa è Aria (alter ego dell’Argento), interpretata dall’ottima Giulia Salerno, una bambina di nove anni rimpallata costantemente da due improbabili genitori prossimi alla separazione, artisti falliti ed egoisti (Charlotte Gainsbourg e Gabriel Garko), entrambi con una figlia avuta da precedenti matrimoni.

 

Aria è quindi il risultato dell’unione tra questi due soggetti grotteschi e incompatibili, testimonianza in carne ed ossa di un amore tanto intenso quanto effimero. Per questa ragione i suoi genitori non la amano quanto lei vorrebbe, preferendole sfacciatamente le sorelle “legittime”, respingendola e allontanandola come un’appestata, come il risultato di un errore che si vuole ma non si può cancellare.

Ambientato in una Roma nel pieno degli anni ottanta, con vasto campionario di eccessi kitch (come la stanza completamente rosa) e strizzatine d’occhio alla cultura e alla musica dell’epoca (il gatto che si chiama Lebon, i cartoni animati giapponesi e le telenovelas che occupano gli schermi televisivi), Incompresa è un film furioso, sgangherato e drammaturgicamente sfilacciato (con cali di ritmo e ripetizioni, specie nella seconda parte) ma al contempo onesto e sentito. Una commedia nera vissuta dalla prospettiva di una bambina disperatamente alla ricerca di affetto, un sentimento che ha solo potuto immaginare e sognare ma mai sperimentare in prima persona.

Ad Aria interessa solo essere amata in maniera disinteressata tanto che, determinata a perseguire il suo scopo, è disposta a tutto: a lottare con le perfide sorellastre, ad attirarsi le invidie delle compagne di scuola, a inimicarsi quegli adulti che considera sciatti e volgari. Aria guarda al mondo con curiosità, ottimismo e vitalità ma deve irrimediabilmente scontrarsi con le cattiverie e le meschinità della vita, incarnate principalmente da quei due genitori che sembrano vederla più come un peso che come una persona con sentimenti e necessità.

Asia Argento assume, quindi, il punto di vista di questa bambina sognatrice e ferita e opta per una messa in scena che bandisce sottotoni e astrazioni. Tutto è manifesto, eccessivo ai limiti della caricatura, imperfetto ma funzionale nella resa di un profondo senso di inquietudine e inadeguatezza. La regia di Asia Argento si fa, quindi, espressione dell’interiorità di Aria: frenetica, contraddittoria, discontinua e ingenua, ma anche partecipe, appassionata, sincera e dolente.

Decisamente efficace quando affronta il registro comico farsesco, più didascalico e frettoloso quando invece si cimenta con toni più melodrammatici, il film è diseguale ma riuscito anche grazie alla sorprendente prova della sua dodicenne protagonista: il volto dolce e stralunato è indubbiamente un valore aggiunto e il suo è uno di quei personaggi che conquistano e con cui è difficile non empatizzare.

Piccola nota a margine per Gabriel Garko che, interpretato una versione autoironica di se stesso, offre probabilmente la prova più convincente della sua carriera.

 

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.