Trieste Science+Fiction Festival 2020

 

Mortal

Il regista norvegese André Øvredal, già famoso per opere come Scary Stories to Tell in the Dark e Troll Hunter, ritorna nella sua madrepatria per raccontare una nuova storia, che affonda le sue radici nella mitologia norrena. Proprio come per Troll Hunter, il regista sembra quasi volersi riappropriare del folklore nordico e dare una propria visione a questi miti.

Leggi tutto: La recensione di MORTAL al Trieste Science+Fiction Festival

Coded-Bias

Shalini Kantayya, regista e attivista ambientale famosa per il suo documentario Catching the Sun presenta il suo nuovo lavoro al Trieste Science+Fiction Festival che ha come tema principale l’Intelligenza Artificiale. In Coded Bias la regista parte dagli studi condotti dalla scienziata del MIT Joy Buolanwini e che ha notato l’impossibilità da parte dei software di riconoscimento facciale di distinguere il suo volto da donna di colore. Che i software e gli algoritmi possano essere razzisti? Sono discriminatori nei confronti delle minoranze o anche del distinguere un uomo da una donna? Si sa, gli algoritmi vengono comunemente usati nelle tecnologie che utilizziamo tutti i giorni come i social network, ma se essi non fossero perfetti come comunemente pensiamo?

Leggi tutto: La recensione di CODED BIAS, al Trieste Science+Fiction Festival

Boys-From-County-Hell Still

Chris Baugh presenta il suo film Boys from County Hell al Trieste Science+Fiction Festival e sicuramente conquista di diritto un bel posto realizzando un film horror fuori dai normali canoni. Eugene (Jack Rowan) vive in un paese dell’Irlanda, Six Mile Hill, la cui unica attrattiva turistica è la prima documentazione su Abhartach, da cui poi Bram Stoker avrebbe preso spunto per realizzare il celebre romanzo Dracula. Il ragazzo passa le giornate al pub insieme ai suoi amici, provando a sbarcare il lunario, quando un incidente in cui è coinvolto il suo migliore amico lo convince a lavorare insieme al burbero padre (Nigel O’Neill) a una nuova tangenziale per costruire la quale bisogna spostare la tomba che ospiterebbe il primo vampiro.

Leggi tutto: Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di BOYS FROM COUNTY HELL

The-Trouble-With-Being-Born

Sandra Wollner presenta al Trieste Science+Fiction Festival The Trouble with Being Born, un film esistenziale, complesso, che già dal titolo della pellicola presenta diverse difficoltà di interpretazioni, dato che la protagonista, interpretata da Lena Watson, è un’androide creata artificialmente.

Leggi tutto: La recensione di THE TROUBLE WITH BEING BORN, al Trieste Science+Fiction Festival

Immortal

Una storia visionaria, ma dai problemi umani. Ana Lauzer (Belén Blanco) parte da Roma e ritorna a Buenos Aires per l’eredità del padre recentemente scomparso. Fotografa pragmatica vorrebbe subito risolvere tutte le questioni burocratiche irrisolte, quando decide di confrontarsi con il Dottor Benedetti responsabile del dilapidare del patrimonio paterno. Scoprendo delle ricerche scientifiche al limite del paranormale, vuole indagare per smascherarlo insieme all’ingegnera che dirige l’azienda.

Leggi tutto: Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di IMMORTAL

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.