Dune-Drifter

Tra le migliori sorprese viste in questi giorni di Trieste Science+Fiction Festival c'è senz'altro Dune Drifter, perfetto esempio di un cinema di fantascienza che riesce a essere di qualità a dispetto di un budget ridotto all'osso. Il film britannico di Marc Price fa anzi di questo assioma la sua stessa essenza, con pochi attori in scena - la bravissima Holly Field è praticamente da sola per metà film - e una essenzialità rigorosa e austera quanto gli affascinanti paesaggi islandesi in cui è stato filmato.

Del resto, Price si era messo in luce nel 2008 con uno zombie movie, Colin, che pare sia stato girato con sole 45 sterline. In Dune Drifter si parte nello spazio, con un lunghissimo dialogo tra piloti richiusi nelle claustrofobiche carlinghe di navicelle e una battaglia che sembra uscita direttamente da Star Wars - Una nuova speranzaBattlestar Galactica, dove però la grandiosità spettacolare lascia il posto alle ansie e alle paure dei soldati chiamati alla guerra contro una spietata razza aliena. Il resto della pellicola è un survival movie con le due donne scampate alla battaglia, naufragate su un pianeta sperduto e dall'aria irrespirabile.

C'è chi obietterà che in Dune Drifter c'è molto di già visto in decine di B-movie e serie tv di fantascienza, o che la scelta di incentrarlo su un'eroina non è altro che figlia dell'Ellen Ripley di Alien (si potrebbero citare anche John Carpenter o Gravity come possibili riferimenti). Ma il grande punto di forza del film britannico, al di là del suo derivativismo, è la capacità straordinaria di sfruttare al massimo i pochi elementi a disposizione e tenere comunque incollato lo spettatore per i suoi 98 minuti di durata. Così, il sonoro, il fuori campo, le mille emozioni manifestate dall'umanissima protagonista nella sua disperata lotta per la sopravvivenza diventano efficaci strumenti per mantenere intatti tensione e ritmo e regalare una lezione di cinema che sarebbe piaciuta a Roger Corman. Chapeau.

Voto: 3/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.