Wildfire

In Irlanda la Brexit sta acuendo tensioni sociali covate già da tempo. La disunione che accomuna i suoi abitanti sembra essere radicata nella Storia di quel paese e gli ultimi moti popolari non fanno altro che far venire a galla pensieri ampiamente consolidati ma a lungo rimasti sottaciuti. Lo stesso accade alle sorelle Lauren (Nora-Jane Noone) e Kelly (Nika McGuigan, morta a soli 33 anni nel 2019)  quando, a un anno dalla sua scomparsa, la seconda torna a casa in maniera inaspettata.

Erano legatissime e lo sono ancora oggi. Solo che la loro unione viene osteggiata da tutti: familiari stretti, colleghi di lavoro, vicini di casa. Nel microcosmo delle loro vite si respira la medesima tensione che attanaglia il Paese. Così, Wildfire   prova a fare luce sulle cause e scava in profondità facendo emergere misteri e segreti rimasti sepolti per anni. Proprio in questo frangente il film dell'esordiente Cathy Brady in concorso al 38esimo Torino Film Festival mostra le maggiori perplessità. La regista non riesce a trovare un adeguato equilibrio tra accumulo narrativo e valore tematico, finendo per perdere il controllo del suo lavoro e lasciare che l'incendio (traduzione letterale del titolo orginale) si propaghi senza sosta. Peccato.                                              

Voto: 2/4

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.