Stampa 

Il manifesto del TFF 2013 realizzato da GipiJim Jarmusch, David Gordon Green, i fratelli Coen, Albert Serra... e tanti altri: il Torino Film Festival 2013 svela un maestoso cartellone che non può che stimolare gli appetiti cinefili più disparati.

In programma dal 22 al 30 novembre, la kermesse sarà diretta per la prima volta da Paolo Virzì, che sostituisce il presidente uscente Gianni Amelio.

Come da tradizione, la sezione più ricca di titoli importanti è Festa Mobile che verrà inaugurata da Last Vegas, un addio al celibato con protagonisti quattro uomini non più giovanissimi (interpretati da Morgan Freeman, Kevin Kline, Robert De Niro e Michael Douglas), e chiusa da Grand Piano, thriller di Eugenio Mira con protagonista Elijah Wood.

 

 

In mezzo troviamo Inside Llewyn Davis dei fratelli Coen, Only Lovers Left Alive di Jim Jarmusch, Frances Ha di Noah Baumbach, Prince Avalanche di David Gordon Green e l'attesissimo Ida del polacco Pawel Pawlikowski.

Nella sezione Onde, dedicata al cinema sperimentale, il trionfatore del Festival di Locarno 2013: Historia de la meva mort di Albert Serra, un bizzarro incontro tra il Conte Dracula e Casanova. In cartellone anche un ricco omaggio al cinema portoghese contemporaneo.

I titoli sono moltissimi, soprattutto se pensiamo che erano già stati annunciate alcune chicche d'altri tempi: dalla proiezione di 8 1/2 di Federico Fellini in versione restaurata alla retrospettiva sulla New Hollywood.

Infine, da segnalare naturalmente anche il concorso, dedicato come sempre alla scoperta di nuovi talenti e a registi alla prima o alla seconda opera: tra i quattordici titoli la nostra menzione speciale va a Pelo Malo, film vincitore dell'ultimo Festival di San Sebastian diretto dalla venezuelana Mariana Rondon.

Ricordandovi che i-FilmsOnline seguiranno per intero la manifestazione vi lasciamo, qui di seguito, l'elenco di tutti i titoli in competizione:

 

2 automnes 3 hivers - Sébastien Betbeder (Francia)
La bataille de Solférino - Justine Triet (Francia)
Blue Ruin - Jeremy Saulnier (USA)
Bulg-eun gajog (Red Family) - Ju-hyoung Lee (Corea del sud)
Club Sándwich - Fernando Eimbcke (Messico)
C.O.G. - Kyle Patrick Alvarez (USA)
Le démantèlement - Sébastien Pilote (Canada)
La mafia uccide solo d’estate - Pif (Italia)
Pelo Malo - Mariana Rondón (Venezuela)
La Plaga - Neus Ballús (Spagna)
Sao Karaoke (Karaoke Girl) - Visra Vichit-Vadakan (Thailandia/USA)
Sensô to hitori no onna (A woman and war) - Junichi Inoue (Giappone)
Il treno va a Mosca - Federico Ferrone e Michele Manzolini (Italia)
Vandal - Hélier Cisterne (Francia)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.