Interviste

IL CALENDARIO DI SETTEMBRE 2019

film-settembre

Dopo mesi estivi piuttosto fortunati, soprattutto grazie agli incassi de Il re leone, la stagione cinetografica entra nel vivo con i tantissimi film in uscita a settembre. Tra i più attesi, certamente Martin Eden con Luca Marinelli, il secondo capitolo di It, C'era una volta... a Hollywood di Quentin Tarantino e Ad Astra con Brad Pitt. Eccovi il calendario completo.

Leggi tutto...

three-sisters-una-scena-tratta-dal-documentario-di-wang-bing-249542Presenza quasi fissa nella competizione principale nell’era Müller, il cinema cinese nell’edizione targata Barbera ha trovato posto unicamente nel Fuori Concorso, una scelta che risulta più che giustificata alla luce dell’alto livello delle tante pellicole asiatiche proposte in laguna, prime su tutte Pietà di Kim Ki-duk e Thy Womb di Brillante Mendoza, in lizza per il Leone d’Oro.

Tra gli autori cinesi comunque presenti al Lido spicca il nome di Wang Bing, che, con la sua ultima fatica Three Sisters, ha chiuso la sezione Orizzonti. Già conosciuto dal popolo del Festival per aver firmato il film a sorpresa del 2010, lo sconvolgente The Ditch, ambientato nei campi di prigionia cinesi degli anni ’50, che mostrava i soprusi e le umiliazioni subite da chi veniva considerato un oppositore del regime, il regista era tra i grandi attesi del Fuori Concorso.

 

 

 

Ma, anche se il suo cinema di finzione aveva suscitato grande commozione e grandi applausi, arrivando addirittura ad essere sostenuto da più parti per l'ambito Leone d'Oro, il cineasta orientale è principalmente conosciuto per il suo talento in ambito documentaristico, ed è a quest'ultimo che fa ritorno con Three Sisters.

Frutto di una co-produzione con alcune case francesi, il film racconta lo stile di vita dei contadini cinesi attraverso lo sguardo delle piccole protagoniste: tre sorelle, tra i sei e i dieci anni, costrette a vivere da sole a 3200 metri d’altezza sull’altopiano dello Yunnan, nell’estremo sudovest del paese. Le vediamo prendersi cura della casa e della campagna, lavorare, cucinare, fare la legna e allo stesso tempo giocare e fare i compiti, in equilibrio precario tra l'infanzia e l'età adulta, sospese in una realtà atemporale fatta di montagne nebbiose e vita agreste.

Straordinario dal punto di vista emotivo, il film riesce a emozionare e a coinvolgere, dipingendo un crudo ritratto della vita dei personaggi, che la cinepresa di Wang non abbandona praticamente mai.

Nel tentativo di costruire un dramma epico sulla sopravvivenza, Wang Bing costruisce un documentario di rara potenza, in grado di scuotere, far riflettere le menti e far godere gli occhi degli spettatori.

{jcomments on}

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.