Sguardi Altrove 2019

becoming-astrid

 

Biopic drammatico sugli anni giovanili della scrittrice Astrid Lindgren, diretto dalla regista danese Pernille Fischer Christensen e co-sceneggiato dalla stessa insieme a Kim Fupz Aakeson, Becoming Astrid sbarca in anteprima italiana come film d'apertura di Sguardi Altrove Film Festival, dopo essere stato presentato alla Berlinale Special 2018. 

 

Il film è ambientato in Svezia negli anni ’20 e racconta la storia di emancipazione, tutta al femminile, della giovane autrice di Pippi Calzelunghe, importante protagonista nel panorama della letteratura per bambini del Novecento. La giovane Astrid (Alba August), anticonformista e insofferente alle convenzioni della piccola comunità religiosa in cui è cresciuta, crea il suo sofferto e originale percorso di crescita, come scrittrice e madre single.

 

Film coinvolgente e ben confezionato e, supportato da una sceneggiatura solida e convincente, mantiene un buon ritmo per l’intera durata. Notevole l’interpretazione della giovane Alba August/Astrid, che convince in tutte le tappe del suo doloroso percorso di crescita, per arrivare a essere quella scrittrice poi così amata dai bambini, in virtù del fatto che lei stessa da giovane, lasciata sola, aveva dovuto imparare ad affrontare con originalità e coraggio le proprie paure. Il film affronta tematiche ancora oggi attualissime per una giovane donna: come imparare a coniugare la propria affettività viscerale e la propria creatività, utilizzandole come spinte propulsive verso l’indipendenza e l’autonomia.

 

La regista, sullo spunto della storia della celebre scrittrice, offre un’occasione di riflessione anche sul diverso trattamento nell’educazione dell’identità di genere: significativa la scelta del taglio di capelli a caschetto (bubikopf), il look della “nuova donna” emancipata degli anni ‘20, che delinea la rottura di Astrid con il conformismo e le regole bigotte e discriminanti della famiglia e della piccola comunità d’origine.

Voto: 2,5/4

sguardi-altrove-2

Dopo il programma dell'edizione, eccovi il calendario completo, giorno per giorno, di Sguardi Altrove Film Festival, a Milano dal 13 al 21 giugno. La manifestazione è dedicata al cinema a regia femminile e comprende proiezioni, incontri ed eventi. 

Leggi tutto: Sguardi Altrove 2019: il calendario giorno per giorno

 sguardi-altrove-2

È disponibile il programma completo di Sguardi Altrove Film Festival 2019, la manifestazione dedicata al cinema al femminile giunta alla sua 26esma edizione, che si terrà a Milano dal 13 al 21 giugno. La location centrale è il Teatro Parenti, cui si aggiungono altri spazi (Cinemino, Wanted Cinema, Après-Coup, con un'estensione nel comune di Rho). “Bellezza e coraggio: plurale femminile contemporaneo” è il titolo dell'edizione, che mescola proiezioni, incontri ed eventi. Il cuore del Festival sono le due sezioni competitive: “Nuovi Sguardi”, concorso internazionale lungometraggi e documentari rivolto principalmente a opere in anteprima italiana o internazionale, riservato alla regia femminile, e “Sguardi (S) confinati”,  riservato ai cortometraggi internazionali dedicato alle giovani autrici under 35. Si punta l'attenzione su guerre vicine e lontane, sull'immigrazione, ma anche su vicende familiari, o eccentriche storie personali alla ricerca di identità e stabilita fisica ed emotiva.

Leggi tutto: Sguardi Altrove 2019, il programma completo

Logo Sguardi Altrove copy
Torna Sguardi Altrove Film Festival, la rassegna internazionale dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile, la cui edizione numero 26 si terrà dal 13 al 21 giugno a Milano, tra il Teatro Franco Parenti, Il Cinemino, Wanted Clan e e Après-Coup. Il festival mantiene viva la riflessione sulle questioni legate al mondo femminile attraverso il dialogo interculturale e il confronto critico con cinematografie “altre”. Il tema dell'edizione è “Bellezza e coraggio: plurale femminile contemporaneo”, in linea con i due focus principali: “Le Pioniere del Cinema Europeo” (in collaborazione con Ewa Network) che rende omaggio alle prima registe della storia del cinema italiano e europeo, e “Donne e tecnologie. Donne in codice” a cura di Sabina Berra, che prevede oltre a proiezioni, incontri e talk dedicati, un workshop sulla realtà aumentata. Tra le novità di quest’anno, anche l’Omaggio a Agnes Varda, a pochi mesi dalla sua scomparsa (a cura di Patrizia Rappazzo e Floriana Chailly): prima donna a ricevere l’Oscar alla carriera, sarà ricordata attraverso la proiezione di alcuni dei suoi film più significativi e con la presentazione del libro "Agnès Varda. Cinema senza tetto né legge" di Nicola Falcinella.

Leggi tutto: Sguardi altrove 2019, a Milano dal 13 al 21 giugno: le anticipazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.