Serie tv

deep-state

Nell'oscura battaglia che si combatte ogni giorno tra i servizi di intelligence, chi sono veramente i buoni e i cattivi? È la domanda che, lontano da retoriche e cliché, pone allo spettatore la serie tv britannica Deep State, prima produzione europea dei canali Fox (trasmessa su Sky) e prodotto decisamente interessante del genere spy story. Il protagonista, interpretato da un granitico Mark Strong, è Max Easton, ex agente dell'MI6 ritiratosi a vita privata (dopo aver compiuto missioni non proprio edificanti), ma richiamato in attività per vendicare il figlio Harry (Joe Dempsie), anche lui 007, ucciso durante un'operazione in Iran. Si troverà a indagare su un torbido complotto che fa capo alla Cia, mentre la seconda moglie Anna (Lyne Renée) e le loro figlie verranno perseguitate dagli stessi servizi segreti.

Leggi tutto: DEEP STATE, la recensione della prima stagione

Screenshot 265

Si conclude con un cliffhanger la seconda stagione di Una Serie di Sfortunati Eventi, che arriva al termine delle avventure vissute dai Baudelaire nel Carosello Carnivoro, 9° romanzo della serie scritta da Lemony Snickett. Ma per arrivare a questo punto è stato necessario fare un passo indietro, alle origini di VFD.

Leggi tutto: Una serie di sfortunati eventi: Il Carosello Carnivoro lascia in sospeso, concludendo una stagione...

Ostile Ospedale

Il Vile Villaggio, coppia di episodi che copriva il 7° romanzo di Una serie di sfortunati eventi, ci ha lasciato in eredità i fratelli Baudelaire in fuga, ancora una volta, con il Conte Olaf ad inseguirli. Ma questa volta il loro perfido avversario ha un vantaggio: tutti lo credono morto e, soprattutto, l’accusa di omicidio è ricaduta su Klaus, Violet e Sunny. Riusciranno a trovare rifugio all’ospedale Heimlich?

Leggi tutto: Una serie di sfortunati eventi: L'Ostile Ospedale tra atmosfere horror e un intreccio che cambia

Il Vile Villaggio Harris

L’ormai triste viaggio senza tregua dei fratelli Baudelaire questa volta li ha portati in un piccolo villaggio in mezzo al deserto, disperso nel nulla, un luogo dove esistono regole ferree e in cui sono banditi libri e macchinari, ossia tutto ciò che potrebbe portare ad uno sviluppo culturale e ad un’emancipazione. Ma, come sostiene il deleterio Poe, “Ci vuole un villaggio per crescere dei bambini”, e quindi perché non affidare i tre fratelli agli abitanti di VF? Certo, se non fosse che il conte Olaf (Neil Patrick Harris) li stava seguendo da molto tempo e sa già dove si trovano.

Leggi tutto: Una serie di sfortunati eventi: Il Vile Villaggio in cui dark comedy e western si incontrano

x-files2

Abbiamo girato l'angolo e abbiamo trovato la verità. Forse. Si è chiusa l'undicesima stagione di X-Files, mettendo probabilmente il punto definitivo su una serie in onda per la prima volta 25 anni fa. Dopo la (solo momentanea) conclusione con la nona annata nel 2002, il cult creato da Chris Carter era tornato nel 2016 con sei nuovi episodi, cui ne sono seguiti altri dieci trasmessi quest'anno, in due stagioni-evento che hanno riportato sul piccolo schermo le avventure degli agenti FBI Fox Mulder (David Duchovny) Dana Scully (Gillian Anderson). Ha senso un'operazione revival così ardita, pur in un momento in cui remake e sequel sono ormai all'ordine del giorno? Al di là dell'entusiasmo effettivamente raccolto dai fan (i cosiddetti x-philes) che seguono le indagini paranormali di Mulder e Scully da un quarto di secolo, è onesto constatare che questa X-Files è qualcosa di molto diverso e, ahinoi, inferiore, da quella in onda dal 1993 al 2002, che sostanzialmente aveva rivoluzionato la qualità delle serie tv. Eppure, nonostante tutto, non possiamo fare a meno di consigliarne la visione.

Leggi tutto: X-FILES, la recensione della stagione 11

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI GIUGNO 2018

Stanza-delle-Meraviglie 

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di GIUGNO 2018

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.