david-di-donatello

I premi più importanti del cinema italiano sono andati in scena il 3 maggio con una cerimonia condotta su Rai1 da Drusilla Foer e Carlo Conti. Ecco tutti i vincitori, in una suddivisione dei premi che sostanzialmente accontenta tutti i principali candidati. Si segnala comunque il trionfo di Freaks Out nei premi tecnici e la consacrazione ulteriore di Paolo Sorrentino che vince con E' stata la mano di Dio.

Miglior film: E' stata la mano di Dio

Miglior regia: Paolo Sorrentino per E' stata la mano di Dio

Miglior attore protagonista: Silvio Orlando per Ariaferma

Miglior attore non protagonista: Eduardo Scarpetta per Qui rido io

Miglior attrice protagonista: Swamy Rotolo per A Chiara

Miglior attrice non protagonista: Teresa Saponangelo per E' stata la mano di Dio

Miglior sceneggiatura originale: Ariaferma

Miglior sceneggiatura non originale: L'arminuta

Miglior regista esordiente: Laura Samani per Piccolo corpo

Miglior produttore: Freaks Out

Miglior canzone originale: La profondità degli abissi di Manuel Agnelli (Diabolik)

Miglior compositore: Nicola Piovani per I fratelli De Filippo

Miglior documentario: Ennio

Miglior autore della fotografia: E' stata la mano di Dio e Freaks Out

Miglior scenografia: Freaks Out

Miglior costumista: Qui rido io

Miglior acconciatore: Freaks Out

Miglior truccatore: Freaks Out

Migliori effetti visivi: Freaks Out

Miglior suono: Ennio

Miglior montatore: Ennio

Miglior film internazionale: Belfast

David Speciale: Sabrina Ferilli - Antonio Capuano

David alla carriera: Giovanna Ralli

David dello spettatore: Me contro te - Il mistero della scuola incantata

David Giovani: E' stata la mano di Dio

Miglior corto: Maestrale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.