Stampa 

david

Ecco il resoconto della 64esima edizione dei David di Donatello, in onda su Rai1 con la conduzione di Carlo Conti. Grande trionfo per Dogman di Matteo Garrone, che ha vinto come miglior film e ha conquistato nove premi, tra cui la miglior regia. Molto emozionati Elena Sofia Ricci e Alessandro Borghi, premiati come migliori attori. A Tim Burton è andato il premio alla carriera, consegnato dalle mani di Roberto Benigni, mentre Uma Thurman, Dario Argento e Francesca Lo Schiavo hanno ricevuto il David Speciale. Il David dello spettatore è andato a A casa tutti bene di Gabriele Muccino, mentre Alfonso Cuaron ha ritirato il premio per il miglior film straniero. Nono David in carriera (su 44 nomination) per Nanni Moretti, premiato per il miglior documentario Santiago, Italia. Di seguito, tutti i vincitori:

Miglior film: Dogman di Matteo Garrone

Miglior regista: Matteo Garrone per Dogman

Miglior produttore: Cinemaundici e Lucky Red per Sulla mia pelle

Miglior attrice protagonista: Elena Sofia Ricci per Loro

Miglior attore: Alessandro Borghi per Sulla mia pelle

Miglior sceneggiatura originale: Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Ugo Chiti per Dogman

Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory, Luca Guadagnino, Walter Fasano per Chiamami col tuo nome

Miglior attrice non protagonista: Marina Confalone per Il vizio della speranza

Miglior attore non protagonista: Edoardo Pesce per Dogman

Miglior autore della fotografia: Nicolaj Bruel per Dogman

Miglior costumista: Ursula Patzak per Capri - Revolution

Miglior scenografo: Dimitri Capuani per Dogman

Miglior documentario: Santiago, Italia di Nanni Moretti

Miglior montatore: Marco Spoletini per Dogman

Miglior acconciatore: Aldo Signoretti per Loro

Miglior truccatore: Dalia Colli, Lorenzo Tamburini per Dogman 

Migliori effetti visivi: Victor Perez per Il ragazzo invisibile: Seconda generazione

Miglior suono: Dogman

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.