longtake-festival

Dal 7 al 9 luglio 2017 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema si terrà la prima edizione di LongTake Interactive Film Festival, tre giorni di cinema a Milano in cui il pubblico è protagonista. Una proposta di festival patrocinata dal Comune di Milano, ideata e realizzata dal portale di cinema LongTake insieme a MIC – Museo Interattivo del Cinema. Longtake Interactive Film Festival propone tre film in Concorso inediti nelle nostre sale, tra cui Wiener-Dog di Todd Solondz, tre workshop a tema cinematografico, la festa “70 giri di ballo”, un Concorso per giovani critici, un incontro con il regista e sceneggiatore Francesco Bruni, le visite al museo aumentato e una programmazione on demand, in cui il pubblico potrà votare quali film inserire in cartellone.

I FILM IN CONCORSO

Wiener-Dog (2016) di Todd Solondz - Un bassotto raccorda le esistenze di quattro personaggi che soffrono di solitudine: il piccolo Remi (Keaton Nigel Cooks) che si sta riprendendo da una malattia, la goffa e insicura Dawn Wiener (Greta Gerwig), lo sceneggiatore depresso Dave Schmerz (Danny DeVito) e l’anziana Nana (Ellen Burstyn), ormai in fin di vita. Quattro episodi con cui Todd Solondz racconta la circolarità della vita, riflettendo allo stesso tempo su una serie di tematiche importanti: dal terrorismo alla vecchiaia, passando per la solitudine e il razzismo. È uno dei lavori più politici, sarcastici e incisivi del grande regista americano (in passato ha diretto capolavori come Happiness e Palindromi), capace di attaccare la cultura pop odierna e ragionare sull’attuale società occidentale con uno spessore fuori dal comune.

31 (2016) di Rob Zombie - Ambientato nella notte di Halloween del 1976, dove un bizzarro carrozzone di circensi viene attaccato da un gruppo di uomini mascherati: trascinati in un edificio isolato, i malcapitati saranno costretti a muoversi in un mortale labirinto, inseguiti da un esercito di killer psicopatici in un efferato gioco al massacro per il divertimento di ricchi perversi. Arrivato alla settima regia, e dopo il visionario e bellissimo Le streghe di Salem (2012), Rob Zombie prosegue con coerenza il suo percorso autoriale con quella che, forse, è l’opera più estrema della sua carriera. Duro e cruento, il film è un omaggio agli slasher degli anni Settanta e, in particolare, al celebre Non aprite quella porta di Tobe Hooper. La protagonista è Sheri Moon, moglie e musa del regista. Per gli amanti del genere horror un’esperienza da non perdere.

The Last Family (2016) di Jan P. Matuszyński - Alcune tappe significative nella vita del pittore polacco Zdzisław Beksiński (Andrzej Seweryn), dagli anni Settanta ai primi Duemila, raccontate attraverso tragedie familiari e ossessioni personali, in un clima di devastante dolore. Per il suo esordio nel lungometraggio di finzione, Jan P. Matuszyński ha scelto di ripercorrere la travagliata esistenza di uno dei più grandi artisti polacchi del ventesimo secolo, la cui pittura dai connotati apocalittici e mortiferi si rispecchia nell'austera Polonia comunista. Colpiscono all'interno del film la riflessione sull'atto del filmare e la capacità di rappresentare le ossessioni di un uomo condannato alla sofferenza. Presentato in concorso al Festival di Locarno 2016, dove Andrzej Seweryn è stato premiato come migliore attore, The Last Family è un potente biopic che diventa anche preziosa testimonianza storica e perfetto esempio di cinema impegnato, capace di coinvolgere emotivamente il grande pubblico.

WORKSHOP

ABC del cinema (venerdì 7 luglio ore 14,30 / 17): Un seminario per imparare a conoscere la grammatica cinematografica, a cura di Simone Soranna.

CRITICA CINEMATOGRAFICA (sabato 8 luglio ore 10 / 12,30): Le basi fondamentali della critica cinematografica odierna, con particolare riferimento a quella proposta via web, a cura di Andrea Chimento.

I SOCIAL E IL CINEMA (domenica 9 luglio ore 10 / 12,30): Uno sguardo su come la critica cinematografica si stia evolvendo e adeguando alla digital transformation, a cura di Andrea Pesoli.

 

70 GIRI DI BALLO

In collaborazione con Galleria Campari, sabato 8 luglio alle ore 22 sulla terrazza del MIC in programma un evento speciale: 70 giri di ballo, una festa con dress code Anni ‘70 per festeggiare il settantesimo anniversario della Cineteca di Milano (1947 – 2017) con dj set a tema, proiezioni all’aperto, gare di ballo.

IL CONCORSO PER GIOVANI CRITICI

In occasione del festival, LongTake promuove la Prima Edizione del Concorso per giovani critici cinematografici non professionisti dedicato a Marco Valerio, giornalista pubblicista redattore di LongTake e di I-FILMSonline, scomparso nel 2016. Il concorso è riservato a giovani under 30, che dovranno cimentarsi nella stesura di una recensione di un film uscito nelle sale italiane tra l'1 gennaio 2016 e il 2 giugno 2017. Gli autori delle recensioni più meritevoli saranno invitati, in via del tutto gratuita, alla prima edizione del LongTake Interactive Film Festival e l'autore della miglior recensione riceverà un premio in denaro del valore di € 400,00 e una targa celebrativa. 

L’OSPITE

Il regista e sceneggiatore romano Francesco Bruni è l’ospite speciale della prima edizione di Longtake Interactive Film Festival. Bruni presenterà al pubblico il suo ultimo film Tutto quello che vuoi e incontrerà il pubblico.

PROGRAMMAZIONE ON DEMAND

Inoltre, sono previste le proiezioni di quattro film per altrettante sezioni, precedentemente scelti dal pubblico con un sondaggio online: Happiness di Todd Solondz (Cinema indie americano), Rosemary’s Baby di Roman Polanski (Horror classico), Il fascino discreto della borghesia di Luis Buñuel (Capolavori Anni ’70) e Le notti di Cabiria di Federico Fellini (Cineteca 70).

Inoltre, sarà possibile visitare MIC – Museo Interattivo del Cinemaogni giorno alle ore 17 è prevista una visita guidata presso l’Archivio Storico dei Film che raccoglie le collezioni filmiche più preziose e storiche della Cineteca di Milano, con percorso multimediale con elementi di Realtà aumentata. 

Per il calendario completo, vi invitiamo a consultare il sito www.longtake.it/festival.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.