Interviste

IL CALENDARIO DI OTTOBRE 2019

ottobre-2019
 
 
Ricchissimo il calendario di ottobre delle uscite cinematografiche, a partire dall'attesissimo Joker, recente Leone d'Oro a Venezia. Questo mese escono però anche Le verità di Hirokazu Kore-Eda, lo spin off de Il grande LebowskiThe Jesus Rolls - Quintana è tornato di John Turturro, il nuovo Terminator, e interessanti opere italiane come il nuovo thriller di Donato Carrisi (con Toni Servillo e Dustin Hoffman) e l'ultima pellicola di Salvatores.
Leggi tutto...

mantova-film-fest

Dal 19 al 24 agosto per l’ottava volta consecutiva la città di Mantova farà da suggestiva location al MantovaFilmFest o “festivalino”, rassegna cinematografica dedicata al cinema italiano, divenuta col tempo appuntamento fisso per addetti ai lavori e semplici appassionati di quella che lo scrittore e poeta Ricciotto Canudo definì appropriatamente settima arte.

Con più di 30 film e 60 proiezioni, oltre ai numerosi incontri con gli autori, il MantovaFilmFest si pone tra gli eventi culturali più apprezzati del territorio provinciale e non solo, richiamando l’attenzione della critica specializzata e del pubblico, sempre più desideroso di assistere a opere di qualità e a dibattiti stimolanti con i protagonisti del nostro cinema.

Madrina di questa edizione sarà Claudia Cardinale, un’autentica icona di bellezza e bravura, che con le sue incantevoli interpretazioni è entrata di diritto nell’immaginario collettivo degli italiani.

“È una Cardinale che mi ricorderò per un pezzo. Quegli occhi che guardano con gli angoli accanto al naso, quei capelli lunghi bruni e spettinati, quel viso di cerva, di gatta, e così passionalmente perduta nella tragedia”. Così la definì Federico Fellini dopo averla diretta sul set di 8 ½ e così se la ricordano generazioni di spettatori.

Per celebrarla nel migliore dei modi possibili, MantovaFilmStudio, l’ente organizzatore della manifestazione ha pensato di riproporre cinque film da lei interpretati durante gli anni ’60 (non a caso la rassegna si intitola Cardinale 60): Il Gattopardo e Rocco i suoi fratelli (in edizione restaurata presentata in anteprima al Festival di Cannes e che aprirà il festival mercoledì 19 agosto) di Luchino Visconti, La ragazza di Bube di Luigi Comencini, Il bell’Antonio di Mauro Bolognini e La ragazza con la valigia di Valerio Zurlini.

Sempre sul fronte degli omaggi non si può non menzionare la proiezione restaurata de I pugni in tasca (la stessa versione è stata presentata nei giorni scorsi al Festival di Locarno), esordio alla regia di Marco Bellocchio, un folgorante dramma familiare ambientato sulle colline piacentine, che proprio quest’anno festeggia il suo cinquantesimo compleanno.

La sezione autoritratto quest’anno è dedicata a Saverio Costanzo, regista che con le sue opere ha indagato la realtà contemporanea con una personale marca stilistica che ha fatto sì che la critica si schierasse in estimatori o detrattori e che dialogherà con il pubblico domenica 23 agosto insieme ad Alba Rohrwacher, protagonista del suo ultimo film Hungry Hearts, presentato in concorso alla precedente edizione del Festival di Venezia.

Come consuetudine, l’attenzione maggiore è riservata al concorso opere prime (Nuovo Cinema Italiano) con ben 12 proposte, tra cui segnaliamo: Mirafiori Lunapark, prodotto da Mimmo Calopresti e diretto da Stefano Di Polito che presenzierà al festival insieme all’attore Giorgio Colangeli, protagonista del film con Alessandro Haber e Antonio Catania; Leoni di Pietro Parolin con Neri Marcorè e Piera Degli Esposti; La terra dei santi di Fernando Muraca con Valeria Solarino; Se Dio Vuole di Edoardo Falcone, interpretato da Alessandro Gassman, Marco Giallini e Laura Morante; Vergine giurata di Laura Bispuri, presentato allo scorso Festival di Berlino con Alba Rohrwacher nel ruolo principale e Io Arlecchino, diretto da Matteo Bini e dall’apprezzato attore Giorgio Pasotti che ha il merito di rispolverare una gloriosa tradizione culturale italiana dal fascino indiscutibile come la Commedia dell’Arte.

Degna di interesse la sezione documentari che quest’anno è riservata alle fonti: della scrittura, della società, del cinema stesso. Tra i prodotti presentati spicca il lavoro di Tatti Sanguineti (che al MantovaFilmFest partecipa da anni in veste di scrittore, critico e colto saggista) Giulio Andreotti-il cinema visto da vicino, frutto di una lunga lavorazione e del quale proprio a Mantova, cinque anni fa, presentò qualche immagine in anteprima, e che rappresenta un intenso e apprezzabile spaccato del dopoguerra oltre che una preziosa testimonianza su uno dei personaggi più controversi del nostro paese.

Sanguineti sarà ospite anche nelle vesti di oratore, in quanto ha preparato una lectio magistralis in margine al volume Il cervello di Alberto Sordi (Adelphi editore) attraverso il quale indagherà il lavoro di Rodolfo Sonego, narratore eccezionale e creatore incessante di sceneggiature eccellenti (Una vita difficile, Lo scopone scientifico, Un italiano in America) rimaste nel cuore di molti italiani perché legate al nome e al talento dell’indimenticato Alberto Sordi.

A chiudere la rassegna il giorno 24 agosto una prestigiosa anteprima internazionale: Fuochi d’artificio in pieno giorno, un noir cinese che nel 2014 si è aggiudicato l’Orso d’Oro a Berlino come miglior film. L’intero cartellone dei film in programma è disponibile sul sito www.mantovafilmfestival.com.

INFO TECNICHE

I luoghi che ospiteranno l’ottava edizione del MantovaFilmFest da mercoledì 19 a lunedì 24 agosto saranno: Cinema Mignon, Via Benzoni 22 (arena estiva e sala interna) e Conservatorio di musica L.Campiani (chiostro e auditorium), Via della Conciliazione 33.

La partecipazione alla rassegna è regolata mediante un’iscrizione (€ 30,00) che consente il libero accesso agli spettacoli fino ad esaurimento dei posti disponibili. Ciascun iscritto avrà diritto ad esprimere il proprio giudizio sul miglior film opera prima in concorso attraverso l’apposita cartolina-voto. Il vincitore sarà proclamato lunedì 24 agosto nel corso della serata conclusiva.

La registrazione può essere effettuata presso: Cinema Mignon, Conservatorio Campiani, Edicola dei Portici di Piazza Erbe.

Si ringrazia il Comune di Mantova per il contributo, la provincia di Mantova per il patrocinio oltre a Tea spa, Thun spa, Studio Indaco sas, Hotel Casa Poli; per l’ospitalità il Conservatorio di Mantova Lucio Campiani e per la collaborazione la Cineteca di Bologna.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.