Stampa 
Venezia 72   Giuseppe Gaudino  

per-amor-vostro

Ultimo dei quattro titoli italiani presentati in concorso, Per amor vostro è il lavoro più curioso e riuscito del nostro quartetto. Ambientato interamente in una Napoli dipinta a tinte bianco e nere, il film di Gaudino racconta una sincera e sentita vicenda di riscatto.

Una donna (Valeria Golino premiata con la Coppa Volpi femminile) deve fare i conti con i vicini, con il marito usuraio, con un quartiere che le va stretto e una società che a fatica le riconosce il lavoro. Anna (questo il nome del personaggio) però è tenace e coraggiosa, che non si ferma di fronte alle innumerevoli difficoltà della vita ma porta pazienza e cerca di superare gli ostacoli non solo per il suo bene, ma anche per quello della sua famiglia.

Il regista la paragona (a ragione) a una santa contemporanea capace di nutrire amore per tutti mettendo se stessa in secondo piano. Guadino osserva e inscena il tutto con uno stile sopra le righe e molto aggressivo che potrebbe irritare la visione di una buona fascia di pubblico. Il film effettivamente non è perfetto (il finale convince poco) ma le chiavi interessanti e le scelte più originali (usare le musiche napoletane come colonna sonora attiva e centrale nella vicenda) restituiscono un prodotto degno di attenzione e capace di scuotere.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.