Libri e cinema

la-mosca

Langelaan, Neumann, Cronenberg: genesi di un insetto

Diretto da David Cronenberg nel 1986, il film La Mosca nasconde in realtà una genesi interessante, che ben trasmette quel senso di trasformazione e cambiamento che sarà poi mostrato sullo schermo.

La base della storia viene offerta da un piccolo racconto (The Fly) scritto da Georg Langelaan nel 1957. Sia pure con una trama diversa e con uno sviluppo divergente rispetto al film di Cronenberg, il racconto fornisce già l’intuizione del corpo mutato a causa di una scienza che ha oltrepassato i limiti del legittimo.

 

 

Leggi tutto: L’arte dell’adattamento: David Cronenberg (2)

la zona_morta

Stephen King

Appunti dalla zona morta

Scrivere e/o parlare di David Cronenberg non è impresa semplice. Da quando è stato riconosciuto come uno dei registi più originali e coerenti (dote rara) del cinema contemporaneo, l'artista canadese è stato definito in svariati modi, uno dei quali (senza dubbio il più ricorrente) è "profeta della Nuova Carne". Seppure riduttivo e abusato, il concetto aiuta a tirare le fila del cinema cronenberghiano, mettendo in luce i tratti principali della sua poetica: il terrore dell'uomo (nonché una morbosa fascinazione) di fronte alla mutazione del corpo, all'infezione, al contagio. A partire dai primi film cosiddetti "underground" (Il demone sotto la pelle, Rabid sete di sangue, Brood - La covata malefica), passando per rivelazioni assolute (Scanners, Videodrome), arriviamo al successo di critica e di pubblico con La zona morta (1983), dal romanzo omonimo di Stephen King del 1979. Pur avendo già trattato lo scrittore in relazione a Kubrick e a Shining, questo specifico caso di trasposizione, insieme ad altri (dello stesso regista) che sono seguiti, mi sembrano particolarmente interessanti, tanto da prospettare un ciclo dedicato agli adattamenti realizzati da Cronenberg per il cinema (oltre alla Zona morta, penso a La mosca, Inseparabili, Il pasto nudo e Crash).

 

 

Leggi tutto: L’arte dell’adattamento: David Cronenberg (1)

amabili resti

"Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973."

Susie Salmon è assassinata da un serial killer, suo vicino di casa, che la stupra, la fa a pezzi e nasconde i resti del cadavere in cantina. A narrare gli avvenimenti che seguono la sua morte è lei stessa, imprigionata in un limbo, una sorta di Paradiso personale: la ragazza assiste alla disperazione dei genitori e dei fratelli, incapaci di rassegnarsi alla sua scomparsa, e alla quotidianità dell'assassino, sfuggito alla giustizia e pronto ad uccidere di nuovo. La scrittrice statunitense Alice Sebold ci regala un romanzo coraggioso ed emotivamente coinvolgente: la decisione di attribuire a Susie il ruolo di voce narrante contribuisce ad avvolgere la storia in un'aura straniante, quasi onirica, e guida il lettore verso una partecipazione emotiva fortissima nei confronti della sfortunata protagonista.

 

 

Leggi tutto: AMABILI RESTI (2002)

shining

Il potere della luccicanza tra parola e immagine

 

"All work and no play makes Jack a dull boy"

("Il mattino ha l'oro in bocca")

 

 

Leggi tutto: SHINING (1977)

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI DICEMBRE 2018

 roma

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di DICEMBRE 2018

Leggi tutto...

I 10 MIGLIORI FILM DEL 2018

filo-nascosto-classifica

E per chiudere l'anno: ecco la top 10 dei film del 2018, secondo la redazione di i-FilmsOnline. La classifica fa riferimento ai titoli usciti nelle sale italiane dal 1 gennaio al 31 dicembre dell'anno. Dato che la classifica è collettiva (frutto delle preferenze singole di ognuno di noi), in fondo si può trovare il film migliore e la delusione/il peggiore di ogni singolo votante. In attesa di vostri commenti un caro augurio a tutti i lettori di i-FilmsOnline per uno splendido 2019... soprattutto dal punto di vista cinematografico!

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.