untogether

Su Chili

Il cinema indipendente americano fatica da sempre ad arrivare nelle sale italiane: è anche il caso di questo film del 2018, inedito nei nostri cinema ma disponibile sulla piattaforma di streaming Chili. Esordio alla regia di Emma Forrest, Untogether è una commedia dolceamara con protagonista Jemima Kirke, attrice della serie cult Girls. Al suo fianco, la sorella Lola Kirke (Mozart in the Jungle), Jamie Dornan (The Fall, 50 sfumature), Ben Mendelsohn (Rogue One, The Outsider, all'epoca marito della regista), insieme a due volti cardine della commedia anni 80 come Billy Crystal e Jennifer Grey.

Tara (Jemima Kirke) è una scrittrice con un buio passato di dipendenza da droghe, che si stabilisce a Los Angeles dalla sorella minore Andrea (Lola Kirke) e dal compagno di lei Martin (Mendelshon). La sua rinascita passa dalla relazione con un affascinante medico autore di un bestseller (Dornan), un semplice legame fisico in cui nessuno dei due cerca inizialmente un coinvolgimento sentimentale. La situazione si rivelerà più complessa rispetto alle loro intenzioni, mentre in parallelo Andrea vivrà una profonda crisi con Martin cercando distrazione nell'amicizia con un rabbino (Crystal).

Perfetto per chi ama il cinema mumblecore intimista, Untogether è un film piccolissimo ma gradevole e sincero, girato con un budget risicato e costruito sulla dicotomia tra due sorelle, il cui rapporto profondo a dispetto delle differenze caratteriali è il centro nevralgico dela pellicola (inutile dire che la forte alchimia tra le due attrici è tanto più interessante considerata l'autentica parentela tra le Kirke). Personaggi che si perdono e si ritrovano, amori che scoprono la loro autenticità attraverso il distacco, ferite e drammi personali (addiction comprese) che si ricuciono al prezzo di una crescita personale: il cinema della Forrest non cerca stereotipate strade da commedia romantica commerciale ma punta all'autenticità, al realismo quotidiano. Curioso l'inserimento del Jamie Dornan di 50 sfumature in un film lontano anni luce da quella saga, tanto che qui l'attore sembra quasi una caricatura del suo bel tenebroso Christian Grey. A brillare è però soprattutto l'iconica Andrea di Jemima Kirke, fragilissima e protetta dai suoi capelli colorati e dai suoi abiti retro ("Sono il mio costume da supereroe"), ex enfant prodige intrappolata in un passato difficile che dal suo bizzarro rifugio-casa sull'albero cerca se stessa.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.