time

Nel cinema di Hong Kong non c'è da stupirsi se in una black comedy dolceamara che è un'elegia alla terza età e alla solitudine degli anziani i protagonisti sono... tre assassini di professione. Dopo un incipit godurioso, una tarantinata che omaggia il cinema anni 70 e racconta le imprese di goventù, ritroviamo a distanza di anni il killer Chau e i suoi due complici ormai nel declino della terza età. Lui ha prestato le sue eccezionali doti con il coltello al mondo culinario, ma viene pensionato a favore di uno chef-robot e si ricongiunge a Fung, cantante di un locale e nonna, e all'autista Chung con cui crea una curiosa società: il loro lavoro è dare la morte a persone anziane e malate troppo disperatie per continuare a vivere. L'incontro con un'adolescente abbandonata cambierà però le carte in tavola.

Curioso che il regista Riki Ko sia al debutto e che invece i protagonisti siano tre veterani della celluloide: Patrick Tse, Petrina Fung e Suet Lam sono semplicemente straordinari, con l'84enne Tse che svetta con la sua ieraticità e una faccia cinematografica pazzesca. Tra leggerezza e malinconia, Time (titolo emblematico che sottolinea lo scorrere del tempo e l'addio alle gioie della giovinezza) è un film sinistro e funereo nelle premesse eppure mai cupo né nichilista, deliziosamente capace di sorreggere con toni da commedia una storia che di per sé contiene anche una critica sociale: dietro ai tre protagonisti (un solitario apparentemente misantropo che si ritrova improvvisamente "nonno", un'artista in declino che si vede rifiutata dalla stessa famiglia, un uomo che cerca l'amore in una prostituta), c'è tutto un mondo di anziani ed emarginati dimenticati dallo Stato e dalla società.

L'amalgama tra momenti intimisti e scene action funziona e il lato più sanguinoso dei "suicidi assistiti" è trattato con delicatezza e senza morbosità. Un'opera prima gradevole e tenera.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.