Far East Film Festival 2022

reroute

Nei film “lasciare la via vecchia per la nuova” significa che le cose andranno male. Malissimo. I proverbi esprimono una saggezza popolare antica che nel cinema diventano regole implacabili applicate con precisione chirurgica. Per questo intuiamo in anticipo che, la deviazione forzata che costringe i protagonisti di Reroute a cercare una strada alternativa per raggiungere la loro meta non porterà nulla di buono. Soprattutto quando la loro macchina si fermerà in una proprietà privata gestita dall’inquietante Gemo, ex militare che solo in un primo momento si offrirà di aiutarli.

Leggi tutto: Far East Film Festival 2022, la recensione di Reroute

satoshi-kon

Il vuoto lasciato dalla scomparsa di Satoshi Kon difficilmente sarà mai colmato. In quella triste estate del 2010, non solo il cinema ma il mondo dell’arte tutto perdeva una figura che nella sua carriera, che conta un ristretto ma estremamente significativo numero di lavori, ha lasciato un'eredità importantissima.

Leggi tutto: Far East Film Festival 2022, la recensione di Satoshi Kon: The Illusionist

finding bliss

La ricerca della felicità passa anche attraverso l’incontro di culture diverse? Questo è l’interrogativo alla base del documentario diretto da Kim Chan e Dee Lam su di un progetto pensato dall’attrice e cantante Josie Ho. L’artista parte da una riflessione su come Hong Kong sia cambiata dal 1997 (anno dell’handover) ad oggi, di come si stia lentamente perdendo l’influenza britannica (anche nell’uso della lingua inglese) portando ad una chiusura culturale e di mentalità, di come il prezzo della vita sia schizzato alle stelle e le prospettive per il futuro si facciano sempre più grigie.

Leggi tutto: Far East Film Festival 2022, la recensione di Finding Bliss: Fire and Ice

leonor.will.never-die

Leonor è un’anziana sceneggiatrice a cui mai si è spenta la passione per gli action filippini degli anni ‘80. Un concorso per sceneggiatori le da la possibilità di terminare uno script da anni lasciato incompleto, un film a cui tiene molto legato a un evento doloroso della sua vita. Ma mentre si trova in pausa dalla scrittura un televisore caduto da una finestra la colpisce in testa mandandola in coma.

Leggi tutto: Far East Film Festival 2022, la recensione di Leonor Will Never Die

tomb of the river

Non può esserci Far East Film Festival senza gangster movie. Un tempo il genere era dominio da Hong Kong, oggi (con il cinema dell'ex colonia purtroppo in crisi evidente) sono i sudcoreani ad aver raccolto il testimone con un'ampia produzione che non lesina violenza, nichilismo e tutti i cliché adorati dagli estimatori del genere. Nell'edizione 24 del FEFF l'immancabile film di mafia è Tomb of the River diretto da Yoon Young-bin e presentato come uno dei più attesi del festival.

Leggi tutto: Far East Film Festival 2022: la recensione di Tomb of the River

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.