Berlinale 2020

undine

Dopo il bellissimo La donna dello scrittore, il regista tedesco Christian Petzold torna al Festival di Berlino per presentare il suo ultimo lavoro, Undine. Siamo nella Berlino contemporanea e una ragazza appena lasciata dal fidanzato deve superare un periodo emotivamente complesso. Undine, questo il nome della donna, sembra però avere dei fortissimi legami con la mitologica (letteralmente parlando) ninfa Ondina, una creatura celebre per attirare gli uomini con il suo fascino per poi ucciderli annegandoli. Chiaramente, la situazione poco alla volta si farà sempre più pressante e allucinata così da scuotere la ragione di tutti coloro che vi sono coinvolti (pubblico incluso).

Leggi tutto: Berlinale 2020: UNDINE di Christian Petzold - La recensione

salt-of-tears

Il celebre autore francese Philppe Garrel insiste nella sua visione di cinema scarna e minimalista, racchiusa in un bianco e nero sempre puntuale ed elegante e corredata da un impianto sonoro di accompagnamento spesso invadente ma mai sopra le righe. The Salt of Tears è l’ennesimo tassello di un mosaico costruito anno dopo anno, in maniera omogenea e coerente, tanto che bastano davvero pochissime inquadrature per accorgersi che ci troviamo di fronte a un film firmato da questo regista. Perseguendo la politica degli autori tanto cara al cinema francese degli anni Sessanta, Garrel ne è uno dei più riconoscibili al giorno d’oggi.

Leggi tutto: Berlinale 2020: THE SALT OF TEARS di Philippe Garrel - La recensione

onward

Se ancora avessimo avuto qualche dubbio sul fatto che i vari progetti Pixar non rispecchino in toto un’autorialità omogenea e coerente, Onward – Oltre la magia (di qui in avanti solamente Onward) ha il compito di darci l’ennesima conferma. Risulta infatti abbastanza evidente che il percorso intrapreso dalla casa di Emeryville a cominciare dal 1995 (anno d’uscita del loro primo lungometraggio, Toy Story – Il mondo dei giocattoli) sia sempre stato teso a raggiungere l’in(de)finito per poi superarlo, andare oltre. All’inizio del viaggio, gli animatori Pixar hanno condotto il pubblico verso i mondi più immaginifici e lontani dal nostro vissuto (universi popolati da mostri, le profondità dell’oceano, le fogne di Parigi, metropoli salvaguardate da supereroi, villaggi popolati da automobili ecc). Nell’ultima decade, invece, l’infinito tanto bramato ha iniziato a rendersi sempre più concreto e vicino, ma non per questo facilmente raggiungibile. Up, Inside Out, Coco e, appunto, Onward, sono film che lavorano e riflettono sul tema del lutto e dell’aldilà, ovvero della vita oltre la morte. La linea sembra tracciata con solchi evidenti.

Leggi tutto: Berlinale 2020: ONWARD–OLTRE LA MAGIA di Dan Scanlon - La recensione

My Salinger Year

Scelto per inaugurare la settantesima edizione del Festival di Berlino, My Salinger Year è esattamente ciò che ci si aspetta quando si ha a che fare con prodotti di questo genere: una storia appassionante, fortemente connessa e ambientata nel mondo della letteratura, basato su uno script agile e scorrevole, curato da una regia tanto precisa quanto anonima e sostenuto dai volti di due interpreti un po’ svogliate e un po’ divertite.

Leggi tutto: Berlinale 2020: MY SALINGER YEAR di Philippe Falardeau - La recensione

berlinale

Sono stati assegnati i premi della 70esima edizione della Berlinale. A trionfare con l'Orso d'Oro è il film iraniano Sheytan vojud nadarad (There Is No Evil) di Mohammad Rasoulo, ma grandi gioie sono arrivate all'Italia: Elio Germano ha vinto come miglior attore per Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, mentre Favolacce dei fratelli D'Innocenzo ha conquistato l'Orso d'argento come miglior sceneggiatura. Ecco tutti i premi.

Leggi tutto: Berlinale 2020, i premi: l'Italia vince con Elio Germano e Favolacce, Orso d'Oro a There Is No Evil

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.