season-of-devil

La stagione del diavolo. La stagione della dittatura. La tragedia delle Filippine inizia così. Un brutale leader di nome Narciso e dal doppio volto (il riferimento è a Giano Bifronte e a un nuovo inizio, ma verso il passato non c’è pietà e gli occhi che guardano indietro rimangono chiusi) comanda un gruppo di militari crudeli che uccidono chiunque osi ribellarsi al nuovo regime instaurato. Siamo alla fine degli anni Settanta e il riferimento alla dittatura di Marcos è evidente. Lav  Diaz torna a scrivere per immagini la Storia del suo paese natale, attraverso un malinconico (anti)musical che funge da canto funebre verso un paese che sta morendo.

Inquadrature fisse, piani-sequenza, figure umane che si (dis)integrano nell’ambiente circostante: lo stile di Lav Diaz è quello ipnotico e avvolgente di sempre, ma in questo caso l’autore filippino sceglie le canzoni (scritte da lui stesso) come linguaggio per descrivere un contesto umano di grande sofferenza. A cappella, senza musica, con una scelta estrema e radicale come solo il suo cinema sa essere.

Il protagonista è un nuovo Dante in cerca dell’amata perduta, accompagnato da un Virgilio incarnato da una donna che intona tristi melodie. È l’inferno sulla terra e per descriverlo Diaz mette insieme riferimenti alla Tragedia greca e al classicismo letterario e mitologico in generale, con simbologie di grande spessore e immagini dal sapore archetipico. Quattro ore che si sentono tutte, ma poco importa: è cinema di alto livello, ancora una volta, con spunti di grande profondità e squarci di luce che rendono ogni fotogramma un quadro da contemplare in attesa che arrivi un po’ di musica. E non è un caso che in un film in cui si parla di vampiri, streghe, diavoli e oscurità in generale, Diaz opti per alcuni passaggi da melodramma puro. Il genere dei fantasmi, per l’appunto.   

Voto: 3/4

Login

Social Network

IL SUPERPAGELLONE DI OTTOBRE 2018

7-sconosciuti-el-royale

Ed eccoci al momento del nostro superpagellone del mese. Ecco tutti i voti della redazione ai film di OTTOBRE 2018

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.