received 5208241355874377

Sentinelle Sud, lungometraggio d’esordio di Mathieu Gérault, apre la quarantesima edizione del Bergamo Film Meeting. Siamo in Francia, nel 2008. Sopravvissuto a un’imboscata in Afghanistan che ha decimato l’unità di cui fa parte, il giovane soldato Christian Lafayette (Niels Schneider) ritorna in patria. Mentre cerca con difficoltà di reinserirsi nel mondo da cui – complice un passato familiare travagliato – si è sempre allontanato, Christian viene coinvolto dall’ex compagno d’armi Mounir (Sofian Khammes) in un traffico di oppio. Capirà presto che la missione afghana da cui è uscito illeso non ha mai avuto l’obiettivo che credeva.

Unendo abilmente introspezione e noir, Gérault gira un film che (non) vuole parlare di guerra, ma di fraternità, quella fraternità che si crea tra commilitoni e che il reduce fatica a ritrovare nella vita comune. L’Afghanistan resta sullo sfondo, ben nascosto in un pugno di fotografie, in un materasso da campo in un appartamento, in una lattina di frutta sciroppata comprata al supermercato (“come quelle che ci davano al fronte!”). Per Christian, l’esercito è l’unica famiglia possibile e il Maggiore è “le père”, “il padre”.

La difficoltà di re-integrarsi non appartiene solo al reduce di guerra. L’Afghanistan è per il regista un pretesto per affrontare altri temi caldi dell’opinione pubblica francese, come la questione algerina e la gestione dell’immigrazione.

Sentinelle Sud è un film che piace e convince, non tanto per la trama (la narrazione arranca nella prima parte, i veri colpi di scena sono pochi), ma per la delicatezza con cui il regista tratteggia la figura del protagonista. Christian, che ricerca la vita dopo aver sperimentato la morte (accarezzando il ventre della donna incinta di cui si innamora, allevando pulcini nella fattoria lasciatagli in eredità dal nonno) potrebbe essere chiunque. Magari uno di quei ragazzi mandati al fronte troppo presto – a Mariupol, oggi, a pochi chilometri da noi.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.