ghosttropic

Alla sua opera terza, il regista belga Bas Devos ci conduce attraverso l'avventura di Khadija, una donna di mezza età che, vittima di un attacco di sonno, si ritrova a notte fonda al capolinea della metropolitana di Bruxelles, costretta ad attraversare la città a piedi per tornare a casa. Lungo la strada, incontri, scoperte e drammi. Prima di essere presentato al Bergamo Film Meeting, Ghost Tropic è stato presentato alla Quinzaine des réalisateurs al Festival di Cannes 2019.

Un Fuori orario senza avventure e momenti grotteschi: potremmo così definire il film di Devos, che al tono surreale del capolavoro scorsesiano predilige un impianto intensamente realistico. Ghost Tropic è il ritratto di una città ma soprattutto quello di una donna, come se ne vedono poche al cinema in un ruolo principale: proletaria, musulmana (probabilmente di origini maghrebine), non più giovane, una madre che forse ha qualche difficoltà nel rapporto con i figli e fa parte di quell'universo di minoranze etniche di cui negli ultimi anni si parla, ahinoi, soltanto quando ci sono attentati e tragedie. "Ho voluto raccontare una “donna di Bruxelles” come quelle che incontro a La Cité, a Molenbeek o in metropolitana", ha dichiarato il regista, "Attraverso il ritratto di questa donna, credo di essere riuscito a parlare un po’ di una generazione di donne sottoesposte e sottorappresentate".

Lontano da stereotipi culturali e etnici, a Devos interessa esplorare la profonda umanità del suo personaggio e dei comprimari che Khadija incontra nella sua odissea notturna. La donna percorre Bruxelles, trova aiuto, aiuta a sua volta: la pietas e la sensibilità di questo personaggio materno e premuroso sono il cuore pulsante di un film che non ha particolari guizzi ma trasmette speranza, con un epilogo straniante e quasi enigmatico. La protagonista è Saadia Bentaïeb, attrice teatrale con pochi ruoli al cinema, qui straordinaria.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.