BFM-2021

Torna finalmente il Bergamo film Meeting con l'edizione 2021 in modalità streaming dalla piattaforma MyMovies. La 39esima edizione del festival si svolge dal 24 aprile al 2 maggio e presenta un programma vario e interessante. La Mostra Concorso propone 7 lungometraggi di fiction caratterizzati dall’originalità linguistica e narrativa con cui affrontano i temi della contemporaneità, mentre la sezione Visti da vicino si compone di documentari.

Alle sezioni citate si aggiungono l'Omaggio a Márta Mészáros, con 5 film della regista ungherese restaurati dal National Film Institute – Film Archive – Hungary (Holdudvar, Szép lányok, ne sírjatok!, Adozione, Kilenc hónap, Ők ketten), e l'Omaggio a Jerzy Skolimowski, con sei film del grande cineasta polacco (Segni particolari: nessunoFacile vittoriaBarrieraMani in alto!Essential Killing11 minuti). Particolarmente importante la retrospettiva dedicata al regista tedesco Volker Schlöndorff, con la sua filmografia comprendente titoli quali Il tamburo di latta e Morte di un commesso viaggiatore: sabato 1 maggio a partire dalle ore 11.00 il regista presenzierà al Q&A per il pubblico in diretta sulla pagina Fb e sul canale YouTube di BFM. E ancora: gli incontri della sezione Cinema e Arte Contemporanea, Europe Now CON tutti i film di Mia Hansen-Løve e João Nicolau, la personale completa della regista di cinema d'animazione Izabela Plucińska e tanto altro, come potete scoprire spulciando il programma sul sito bergamofilmmeeting.it. Non ultimi, una selezione di classici straordinari (Quando la moglie è in vacanza, Il letto racconta, Non mandarmi fiori!, i due L'uomo che sapeva troppo) e cinque film di Agnès Varda in collaborazione con MUBI.

Come vedere il Bergamo film Meeting 2021

Per seguire la manifestazione, basta accedere a mymovies.it/ondemand/bergamo-film-meeting e scegliere l'opzione che si desidera: è possibile acquistare i singoli biglietti (a 5 euro) oppure una delle forma di abbonamento, a partire da 30 euro. Di seguito, i titoli delle sezioni Mostra Concorso e Visti da vicino.

MOSTRA CONCORSO

Une vie démente/Madly in Life/Follemente in vita di Raphaël Balboni e Ann Sirot
Alex e Noémie, entrambi sulla trentina, vogliono un figlio. I loro piani vengono stravolti quando la madre di Alex, Suzanne, inizia a comportarsi in modo strano a causa di un disturbo neurodegenerativo progressivo. Cosa potrebbe accadere se i ruoli tra genitori e figli si invertissero improvvisamente?

Ghost Tropic/Tropico Fantasma di Bas Devos
Dopo una lunga giornata di lavoro, Khadija, donna delle pulizie di cinquantotto anni, si addormenta sull’ultima corsa della metropolitana. Quando si sveglia è al capolinea, dall’altra parte della città, e non ha scelta: deve tornare a casa a piedi. Durante il tragitto, la donna si ritrova a chiedere e a dare aiuto alle varie persone che incontra sul suo cammino nella notte di Bruxelles.

Spirál/Spiral/Spirale di Cecília Felméri
Un uomo, due donne, un lago e la connessione tra il ciclo della vita e quello della natura. Un dramma psicologico sugli schematismi delle relazioni e sulla difficoltà di cambiare, di dimenticare il passato, rischiando tragiche conseguenze.

Pun mjesec/Full Moon/Luna piena di Nermin Hamzagić 
Notte di luna piena. Hamza, ispettore di polizia, accompagna la moglie nel reparto maternità. Le si sono rotte le acque e viene ricoverata d’urgenza. L’uomo è preoccupato, ma deve lasciarla, perché non è riuscito a liberarsi dal turno di lavoro. Alla stazione di polizia lo aspettano i soliti problemi che i suoi colleghi risolvono accettando tangenti. Hamza decide di sfuggire al ciclo della corruzione e prova a trovare un equilibrio tra gli interessi di un sistema corrotto e il suo senso di giustizia.

Raftis/Tailor/Il sarto di Sonia Liza Kenterman 
Nikos è un sarto un po' eccentrico, inquilino nella soffitta della sartoria paterna. Quando la banca minaccia di impossessarsi del negozio e suo padre si ammala, la fantasia di Nikos entra in azione: con una singolare sartoria su ruote si reinventa, portando stile e fiducia in se stesse alle donne di Atene.

Adventures of a Mathematician/Le avventure di un matematico di Thor Klein
La storia vera del matematico polacco Stan Ulam, immigrato dalla Polonia agli Stati Uniti durante la Seconda guerra mondiale, e del conflitto interiore e morale che si trovò a fronteggiare collaborando alla costruzione della bomba atomica e del primo computer.

Rivale/Rival/Il rivale di Marcus Lenz 
Roman, ragazzino ucraino di 9 anni, raggiunge in Germania la madre Oksana, che lavora illegalmente nella casa di Gert, un vedovo sessantenne. Gert prova a fare amicizia con il ragazzino, ma Roman lo tiene a distanza.

VISTI DA VICINO

Lobster Soup/Zuppa d'aragosta di Pepe Andreu e Rafa Molés 
Ogni mattina Krilli prepara la zuppa di aragosta al caffè Bryggjan, un minuscolo posto nel villaggio più insignificante d'Islanda. Ma ora la montagna, i turisti e la lava sembrano spingere l'intero villaggio nel mare. Le storie sprofonderanno nel mare e l'ultima zuppa di aragosta sarà servita nel caffè Bryggjan.

Après L'usine/Beyond The Factory/Oltre La Fabbrica di Maxime Coton
Perseguitato dalle immagini della fabbrica in cui ha lavorato per trent’anni, Marc Coton incontra i suoi ex colleghi per trovare una risposta alla domanda rimasta in sospeso dopo l’improvvisa chiusura di quel fiore all’occhiello dell’industria: «Ora che la fabbrica ha chiuso, cosa siamo diventati?».

Pollywood di Pawel Ferdek 
Pollywood è il viaggio di un regista negli Stati Uniti, sulle tracce dei fondatori di Hollywood, tutti originari dell'Europa orientale. Una storia universale e divertente sul coraggio e la disperazione, sulla "Fabbrica dei sogni" e sulla Hollywood moderna.

Show Dancer/Ballerino di spettacolo di Laurits Flensted-Jensen
Lasse è un ballerino e ama l'euforia delle luci della ribalta. La sua vita è stata uno schizofrenico giro sulle montagne russe fatto di danza, droga e pene detentive. Ora Lasse sta per andare di nuovo in prigione ma ha deciso che questa sarà l'ultima volta.

Olliver Hawk/The Hypnotist/L'ipnotizzatore di Arthur Franck
Nel 1980, l’ipnotizzatore più famoso della Finlandia – Olavi Hakasalo, in arte Olliver Hawk – finì sotto processo per truffa. Era un eccentrico ciarlatano, un genio incompreso incastrato per ragioni politiche, o forse entrambe le cose?

My Mexican Bretzel/Il mio bretzel messicano di Nuria Giménez Lorang 
My Mexican Bretzel è un film muto sottotitolato con estratti - così ci viene detto - dal diario di Vivian Barrett e realizzato con un montaggio dei film casalinghi realizzati da suo marito, un ricco industriale, tra gli anni '40 e '60 del secolo scorso.

ჩემი ნაწილი დედამიწაზე/My Piece Of The Earth/Il mio pezzo di terra di Maka Gogaladze
I cambiamenti portati dal crollo dell'Unione Sovietica a Tbilisi, sono stati seguiti da un incendio a casa mia. Ho preso allora la fotocamera e, attraversando i resti della mia infanzia, ho cercato di preservare la mia memoria, che è anche la memoria collettiva della Georgia.

Alt det jeg er/All that I am/Tutto ciò che sono di Tone Grøttjord-Glenne 
Emilie ha subito abusi sessuali dal suo patrigno dall'età di sei anni fino ai dodici anni, quando è stato condannato e imprigionato. Dopo cinque anni in affidamento, la diciottenne Emilie torna a casa della sua famiglia per ricostruire una relazione fratturata con sua madre e i fratellastri più piccoli.

My Father, The Spy/Mio padre, la spia di Gints Grūbe e Jaak Kilmi 
Aprendo il sipario sul losco mondo dietro le quinte della Guerra fredda, questo film racconta la drammatica storia di una figlia e del padre doppiogiochista, esplorando la loro relazione sullo sfondo di eventi le cui radici risalgono a più di quattro decenni fa.

Ikuiset vaeltajat/Carnival Pilgrims/Eterni vagabondi di Mika Mattila
Cosa ci spinge a spostarci? Perché abbiamo il desiderio irrequieto di riposarci andando in qualche posto lontano? Carnival Pilgrims è una riflessione cinematografica sui fenomeni del turismo globale e sul nostro desiderio perpetuo di essere altrove.

The Sound Is Innocent/Il suono è Innocente di Johana Ožvold
Johana ci guida nel parco giochi della musica elettronica, che le consente un’ampia gamma di libere
espressioni artistiche. Ma come trovare una direzione in uno spazio che sembra senza fine? Johana
decide di affrontare un’odissea per scoprirlo.

They Thought They Saw A Ghost/Pensavano di aver visto un fantasma di Paolo Patelli, Giulio Squillacciotti, Giuditta Vendrame
Approfondendo l'invisibilità del lavoro nell'automazione, il film si apre al mondo quotidiano dei marittimi, i vettori del 90% delle merci mondiali. Prende così vita una storia divisa in capitoli, un'osservazione immersiva del tempo trasformato dalle tecnologie automatizzate.

Síðasta Haustið/The Last Autumn/L'ultimo autunno di Yrsa Roca Fannberg 
In una fattoria desolata, spinta contro l’Artico, si allevano pecore da secoli. Questo è l’ultimo autunno in cui il gregge sarà radunato a valle dalle montagne circostanti.

Albert, berger/The Sheperd Albert/Albert, pastore di Philippe Van Cutsem
Il pastore Albert - così si faceva chiamare - sarebbe stato completamente dimenticato se, molti anni dopo, un uomo non avesse scoperto per caso delle brevi poesie scritte a matita sulle pareti di pietra di un ovile.

Amor Fati di Cláudia Varejão 
Amor Fati ricerca parti che si completino a vicenda. Sono ritratti di coppie, amici, famiglie, animali domestici e loro proprietari. Condividono l'intimità della vita quotidiana, le abitudini, le credenze, i gusti e persino alcuni tratti fisici.

Arguments/Discussioni di Olivier Zabat
Chi «sente voci» vive costantemente con persone nella propria testa che spesso parlano in modo aggressivo e ostile. In questo film, la cosiddetta follia non viene considerata come una rottura con la realtà, ma viene piuttosto analizzata nella sua relazione con essa.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.