Interviste

IL CALENDARIO DI OTTOBRE 2019

ottobre-2019
 
 
Ricchissimo il calendario di ottobre delle uscite cinematografiche, a partire dall'attesissimo Joker, recente Leone d'Oro a Venezia. Questo mese escono però anche Le verità di Hirokazu Kore-Eda, lo spin off de Il grande LebowskiThe Jesus Rolls - Quintana è tornato di John Turturro, il nuovo Terminator, e interessanti opere italiane come il nuovo thriller di Donato Carrisi (con Toni Servillo e Dustin Hoffman) e l'ultima pellicola di Salvatores.
Leggi tutto...

Torino Film Festival 2013

locandina-film-salvoSiamo sceneggiatori e i nostri studi sono stati di natura letteraria, non di stretto ambito cinematografico. Nel 2009 abbiamo diretto il nostro primo cortometraggio e Salvo è il nostro primo lungometraggio da registi. Ancora adesso ci consideriamo soprattutto sceneggiatori e pensiamo entrambi che il successo artistico di un film cominci dal copione”.

Allora di strada ne devono fare ancora molta i due cineasti palermitani Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

Leggi tutto: SALVO di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (2013)

blue-ruin-2Tra i primi titoli presentati in concorso al 31 Torino Film festival, Blue Ruin, già a Cannes 2013 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs dopo vari passaggi ai festival internazionali (Toronto, Locarno), è il secondo lungometraggio del direttore della fotografia Jeremy Saulnier, statunitense che ha esordito alla regia nel 2007 con Murder Party, commedia horror già cult nel circuito indipendente americano.

I fasti non si sono ripetuti.

Leggi tutto: BLUE RUIN di Jeremy Saulnier (2013)

Frances-Ha-locandinaDopo il passaggio all'ultima Berlinale, il 31 Torino Film Festival ospita il ritorno di uno dei più noti esponenti di quel cinema low budget, molto Sundance style, che ha un pubblico di nicchia ma porta quasi sempre il marchio di “cult” stampato sulla propria carta d’identità. Parliamo di Noah Baumbach, sodale di Wes Anderson (co-sceneggiatore di molti suoi film) e regista di Il calamaro e la balena, Il matrimonio di mia sorella e Lo stravagante mondo di Greenberg. L’universo dell’autore newyorchese, dallo stile meno ricercato rispetto a quello di Anderson - cui viene costantemente associato - è popolato di nuclei familiari disfunzionali (soprattutto nei primi due titoli citati) e antieroi immaturi che non riescono a fare i conti con le responsabilità della vita.
Frances Ha (nella sezione Festa mobile) mette al centro un ritratto femminile a tutto tondo: la deliziosa protagonista interpretata da Greta Gerwig è il contraltare leggero, ottimista e sempre sorridente nonostante la precarietà esistenziale, del nevrotico e instabile Roger Greenberg della precedente pellicola (che vedeva nel cast anche la stessa Gerwig).

Leggi tutto: FRANCES HA di Noah Baumbach (2012)

locandina-blood-preassureNicole Trestman (Michelle Giroux) è una quarantunenne insoddisfatta della sua esistenza grigia e monotona, fatta di casa, cucina, famiglia. Il matrimonio logoro, il rapporto problematico con i figli, il lavoro umiliante non fanno che aumentare di giorno in giorno la sua frustrazione, fino a quando una lettera, la prima di una lunga serie, arriva a movimentare la quotidianità: uno sconosciuto dimostra di conoscere alla perfezione ogni abitudine, ogni comportamento, ogni piccolo gesto della donna. All’iniziale perplessità subentra il desiderio di saperne di più.

Leggi tutto: BLOOD PRESSURE di Sean Garrity (2012)

COG“Ci sono tante persone malate, che hanno esistenze senza uno scopo o senza obiettivi”. Da questa frase comincia il percorso di C.O.G., curiosa opera seconda di Kyle Patrick Alvarez in concorso al 31° Torino Film Festival e interpretata dal giovane Jonathan Groff. Un film dall’andamento rapsodico e dalle pretese generazionali kerouachiane alla Into the Wild.

 

Sono questi gli esempi da cui parte David, studente di Yale che decide di passare l’estate raccogliendo mele in Oregon. Questa discesa verso gli States rurali, originariamente architettata da una compagna snob e alternativa, porta il protagonista a scontrarsi con alcune situazioni che mai l’avrebbero sfiorato tra le mura del suo ricco campus.

Leggi tutto: C.O.G. di Kyle Patrick Alvarez (2013)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.