Interviste

IL CALENDARIO DI NOVEMBRE 2019

calendario-novembre2019

Scorsese, Polanski, Allen: cosa chiedere di più a questo calendario delle uscite in sala di novembre? Un mese ricchissimo, che vede anche il ritorno di Ken Loach, di Frozen, l'arrivo della Palma d'Oro Parasite e di un atteso film d'animazione italiano come La famosa invasione degli orsi. Senza dimenticare che anche gli attori possono tirare fuori doti da regista, come dimostrano i casi di Edward Norton, Casey Affleck e Marco Bocci. Di seguito, tutte le uscite del mese.
Leggi tutto...

ipman-3

Il nuovo capitolo dedicato al popolare idolo delle arti marziali Ip Man è ambientato nella Hong Kong degli anni ’50, tra diavoli stranieri assetati di potere e maestri di arti marziali che si contendono il titolo di Gran Maestro a colpi di Kung Fu. Non manca nemmeno Mike Tyson, nei panni di un corrotto malfattore americano implicato nell’edilizia e intenzionato a mettere le mani sulla scuola elementare del distretto. Grossissima produzione, caratterizzata, come è lecito aspettarsi, da combattimenti spettacolari che sono in realtà il vero filo conduttore di questa trama, sostanzialmente bipartita. Prima e dopo i tre minuti di combattimento tra il maestro Ip Man e Mike Tyson, scena speculare al combattimento scandito dal tempo tra il maestro Hung Quan (Sammo Hung) e Ip Man (Donnie Yen) presente in Ip Man 2.

Wilson Yip, che ha sfondato al botteghino con i film d’azione interpretati da Donnie Yen SPL (2015), Flash Point (2007) e Ip Man (2008), propone ora il terzo blockbuster tratto liberamente dalla vita di Yip-man, maestro di Wing Chun, che ebbe tra le fila dei suoi allievi Bruce Lee alla fine degli anni ’50.

Ip Man 3, terzo episodio di questa serie diretta da Wilson Yip, e sesto film tratto dalla biografia di Yip Man in generale, riconferma i canoni stabiliti dai due film precedenti: intrattenimento garantito e scene di combattimento spettacolari portate al massimo dell’esaltazione da un montaggio frenetico e musiche ad hoc. Vera protagonista di questa saga, si è detto, è l’azione, coreografata in questo caso da Yuen Woo-ping, mentre alla trama e ai risvolti della sceneggiatura si bada poco, tra una citazione e l’altra. Come nei film precedenti, infine, non manca il riferimento alla figura leggendaria di Bruce Lee, che in questo caso passa attraverso un personaggio chiamato Siu-lung; il film tuttavia si conclude un attimo prima di mostrare Lee mentre si allena con il maestro: non resta che attendere il sequel.

Voto: 2,5/4

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Privacy e sicurezza.